Susanne Wasum Reiner e Romano Franchi inaugurano la Casa della Cultura e della Memoria

160128_Marzabotto_Casa- copia2016/02/02, Marzabotto – Il video dell’inaugurazione della Casa della Cultura e della Memoria.

Quattro giorni di iniziative dal 28 al 31 gennaio,  per l’inaugurazione della nuova Casa della Cultura e della Memoria di Marzabotto. Opera di rilevante significato ed importanza che trova posto nell’edificio restaurato delle ex scuole elementari di via Aldo Moro 2. E con la quale, come spiega Romano Franchi, Sindaco di Marzabotto e Presidente dell’Unione Comuni Appennino bolognese, “vengono poste le basi di quello che sarà sempre più il cuore pulsante di Marzabotto e il centro della sua vita civile e civica”.

La Casa della Cultura e della Memoria sarà la sede del Centro di Documentazione per lo studio delle stragi nazi-fasciste e delle rappresaglie di guerra di Marzabotto, della Biblioteca Comunale, dell’Archivio Storico del Comune di Marzabotto, della Raccolta d’Arte “Pittura e Memoria” e del futuro Centro di Interpretazione di Monte Sole.

Caratterizzata da una vetrata a fronte strada e dotata anche di una Sala polivalente, “la Casa – dice Valentina Cuppi,  Assessore alla Cultura e alla Memoria e Vice Sindaco di Marzabotto – nasce come testimonianza concreta dell’impegno di Italia e Germania per la riconciliazione e la costruzione di un futuro di pace e come luogo di ricordo e memoria per tutte le vittime delle stragi che hanno segnato il tragico biennio 1943-45. Per rimarcarne l’origine –  aggiunge l’Assessore – si è scelto di inaugurarla in una data vicina al 27 gennaio, Giorno della Memoria in commemorazione delle vittime dell’Olocausto, con un programma che si caratterizza per una commistione di cultura e memoria, proprio come sarà questo luogo, e realizzato in forma partecipata con il coinvolgimento dei soggetti del territorio che si dedicano a questi temi”.

160128_Marzabotto_Casa-_1 copia 160128_Marzabotto_Casa-_3 copiaLe iniziative, che prevedono anche momenti che celebrano grandi figure della letteratura italiana, si apriranno il 28 gennaio, alle ore 11.00 con la cerimonia di inaugurazione  alla presenza dell’Ambasciatrice tedesca Susanne Wasum Reiner, del Vice direttore per l’Unione Europea Carlo lo Cascio, dell’Assessore alla Cultura della Regione Emilia-Romagna Massimo Mezzetti e della Presidente dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna Simonetta Saliera.

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera,
acconsenti all'uso dei cookie.
Maggiori informazioni

Dati personali raccolti per le seguenti finalità ed utilizzando i seguenti servizi

  • Statistica - Wordpress Stat
    Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo
La privacy policy completa può essere consultata alla pagina dedicata.

Chiudi