Bruna Gherardi – Poesia; Dialogo

2016/04/17, Vergato – La seconda poesia di Bruna Gherardi, raccolte da  Alfredo Marchi

VN24_Sole1DIALOGO
Ave a Maria di grazia piena
Addolorata ma sempre serena
Già tu soffristi pel figlio di Dio
Se ti capisce son madre anch’io
Ancor dolori ti danno le genti
senza curarsi dei tuoi tormenti
dall’alto vedi che qui sulla terra
sempre vi sono scoppi di guerra
guida le menti dei più potenti
ferma la strage di tanti innocenti
quasi nessuno ti prega quaggiù
smarrendo la strada che porta lassù
qui sono in giro dei tipi sinistri
che si beffeggiano dei tuoi ministri
non tengan gli uomini più al loro onore
perdon le donne il loro pudore
qualcun ti prega da molto lontano
su questo scempio stendi una mano
quella son io e solo in te credo
e con amore una cosa ti chiedo
in questa terra bagnata di pianto
proteggi noi pure sotto il tuo manto
perché il tuo popolo riacquisti virtù
prega per noi il tuo figlio Gesù
or ti saluto con tanta mestizia

Ave o Maria piena di Grazia

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera,
acconsenti all'uso dei cookie.
Maggiori informazioni

Dati personali raccolti per le seguenti finalità ed utilizzando i seguenti servizi

  • Statistica - Wordpress Stat
    Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo
La privacy policy completa può essere consultata alla pagina dedicata.

Chiudi