VERGATO ARTE VII edizione – Presentazione del dott. Claudio Martinelli

000_Vergato_Arte_2016 ok.indd2016/04/20, Vergato – Siamo ormai giunti alla settima edizione di VERGATO VERGATO ARTE che, anche nel 2016, riproponiamo con la formula e le modalità felicemente collaudate negli anni passati.

Un articolato percorso espositivo interesserà le vie principali del paese onde agevolare il più possibile la visione delle opere di tutti gli artisti partecipanti (pittori, scultori, grafici ed altri di diversa tipologia e tendenza) che saranno ubicate in appositi spazi messi gratuitamente a disposizione da enti pubblici e privati.

Un cordiale saluto e un sentito ringraziamento: agli artisti ospiti, ai concessori degli spazi espositivi, ai numerosi sponsor, alle Scuole, all’Amministrazione Comunale, all’Unione dei Comuni dell’Appennino Bolognese, a tutti coloro che a vario tìtolo, in sinergia coi volontari della nostra associazione,
concorrono alla realizzazione di un evento così complesso.

La manifestazione, nata in sordina nel 2010 da un’idea del prof. Dario Mingarelli, si è perfezionata nel tempo, facendo registrare un incremento numerico e qualitativo degli artisti e una crescita esponenziale dei visitatori.

20160420_Vergato Arte_2016_programma - 0003 copiaL’associazione Vergato Arte Cultura, che ho l’onore e l’onere di presiedere, è orgogliosa di comunicare che il progetto “temerariamente” lanciato (nell’edizione del 2015) da un manipolo di audaci sognatori, che pareva destinato a rimanere nell’ambito dell’utopia, è divenuto oggi una realtà che va progressivamente a concretizzarsi, grazie al buon esito della raccolta di fondi all’uopo promossa (che ha corrisposto generosa a tutti i livelli e che speriamo contìnui !), al ricavato degli eventi da noi organizzati, al sostegno ideale e sostanziale dell’Amministrazione Comunale e dell’Unione dei Comuni dell’Appennino Bolognese.

Mi riferisco ovviamente al progetto della FONTANA ad opera del Maestro LUIGI ONTANI, destinata a impreziosire e riqualificare il centro storico del paese, su cui già affacciano le famose vetrate policrome del Palazzo dei Capitani della Montagna, sede del Comune di Vergato, anch’esse ideate e curate nella realizzazione dall’illustre artista.

Il Progetto ha tanto interessato la stampa, quanto fatto discutere e accalorare i cittadini, ma siamo sicuri che il risultato finale sarà così convincente da mettere d’accordo tutti, e stupire anche chi l’aveva dapprima osteggiata.

Luigi Ontani, di origini vergatesi, non ha certamente bisogno di presentazioni, essendo artista di fama internazionale, le sue opere costituiscono una indubbia attrattiva per gli amanti dell’arte, in grado di calamitare visitatori dall’Italia e dal mondo. Ciò porterà ad un sicuro incremento dell’industria turistica, offrendo prospettive di lavoro, non solo ai giovani del paese, ma di tutto il territorio montano, ormai povero di risorse alternative.

Sono fermamente convinto dell’eccezionalità dell’opera e grato ad Ontani per l’opportunità dataci, facendo della nostra cittadina una tappa imperdibile di un circuito turistico che comprenda: la rinata Rocchetta Mattei, la chiesa di Alvar Aalto, la Pieve di Roffeno, Montovolo e i tanti luoghi incantevoli del nostro Appennino.

Grazie Maestro per la sua generosità!

Per aver sempre messo gratuitamente il Suo talento al servizio di Vergato, atto a divenire un palcoscenico da cui mostrare, all’umanità presente e futura , la bellezza e varietà della Sua arte!

Ai detrattori che obbiettano la mancanza di risorse anche per la più ordinaria manutenzione delle strade … rispondo.

Che una cosa non esclude l’altra. Capisco la difficoltà dei tempi, il clima di insicurezza economica, ma appunto per questo occorre offrire un segnale di positività.

Nei secoli più bui della storia, quando imperversavano carestìe, fame, peste e colera, i nostri avi trovarono i mezzi e la forza di edificare magnifiche cattedrali che graffiano ancora il cielo.

20160420_Vergato Arte_2016_programma - 0004 copiaA coloro che invece tacciano l’opera di scabrosità … rispondo con un’altra domanda: nel Davide di Donatello, nel Nettuno del Giambologna, nella stessa Cappella Sistina e in una teoria infinita di capolavori del passato, che tutto il mondo ammira e ci invidia, non è rappresentato il corpo umano così come la natura ce l’ha donato? Anche in epoche ben più castigate e pericolose della nostra, i grandi artisti rifiutarono l’autocensura!

Mi corre, inoltre, l’obbligo di sottolineare come la figura del FAUNO, creatura mitologica metà uomo e metà capro, che occupa una posizione centrale nell’opera ontaniana, fosse una divinità molto venerata presso gli antichi Romani, in quanto considerata allegra e benefica, protettrice dei boschi, dei raccolti e delle genti, con l’unico debole di corteggiare le Ninfe. Non ha nulla in sé di diabolico e osceno, se guardata con occhi innocenti. Ricordo il celebre motto latino: “Omnia munda mundis”, che tradotto letteralmente significa; “Tutto è puro per chi è puro nel cuore e nell’animo”, quindi, tranquilli, almeno i bambini, sotto questo aspetto, saranno salvaguardati.

Ciò detto, porgo un caldo benvenuto ai visitatori: invitandoli a visionare il presente depliant, che oltre ad illustrare le affività rappresentative del nostro territorio, introduce e dettaglia gli appuntamenti relativi alla variegata gamma di forme artìstiche (quali: poesia, letteratura, musica, canto, ecc …) di cui è intessuta la nostra manifestazione.

Soddisfai gli occhi, la mente, le orecchie e il cuore, potrete sanare anche il vostro appetito presso gli stand produttori delle specialità locali, anch’esse espressione di un’arte in cui noi emiliani siamo sopraffini, quella culinaria.

Buon divertimento e viva l’eternità dell’arte!

Claudio Martinelli

VIVA L’ARTE
L’intera manifestazione sarà trasmessa in diretta da: RADIO RADAR – Porretta Terme (BO) tel. 0534 23449 – email. info@rodiorodorporretto. it web: www.radioradarporretta.it

In copertina:

Quadrifoglio, di Giuseppe Boaretto

Progetto grafico e stampo: SB GRAFICA p.zza IV Novembre 8/1 -
 Vergoto (BO) tei. 051 62 18 582 - 347 76 90 501 moil: grofico@bisontt.net

Comments are closed.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera,
acconsenti all'uso dei cookie.
Maggiori informazioni

Dati personali raccolti per le seguenti finalità ed utilizzando i seguenti servizi

  • Statistica - Wordpress Stat
    Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo
La privacy policy completa può essere consultata alla pagina dedicata.

Chiudi