“L’importanza di essere piccoli” 2-6 agosto: Tete de bois, Giusi Quarenghi, Motta nei borghi dell’Appennino

VN24_cartolina importanza fb2016/07/12, Porretta Yerme – “Tutti i giorni esco e cerco l’Altro sempre” è il’incipit scelto per la VI edizione del festivalverso enigmatico e profetico del poeta  Hölderlin che connota la poetica e il senso di un progetto culturale nato nel 2011 che da sempre fa dell’attenzione al margine il fulcro del suo pensiero. Poesia e musica in luoghi ancora da scoprire, riluttanti alla fama ma generosi nell’accogliere, poesia come l’Altro che è in noi ma anche come l’altro che arriva da fuori e che l’arte continua a cercare con lo slancio del bambino che esplora il mondo. L’immagine scelta, quella di una cavalletta che si rispecchia in una figura aliena, ci rinnova l’antica promessa con il nostro essere più autentico, verso un’alterità fertile che fa accadere gli incontri e salda l’amicizia, qualcosa che oggi forse più che mai si rende urgente. 

Tutti i giorni esco e cerco l’Altro sempre.
F. Hölderlin

L’importanza di essere piccoli, poesia e musica nei borghi dell’appennino, VI edizione dal 2 al 6 agosto è un progetto associazione arci  “SassiScritti” riabitare il luoghi marginali con la poesia e la musica

LA POESIA  CERCA L’ALTRO con

GNUT, NADIA AUGUSTONI,  GIUSI QUARENGHI, IACAMPO,  MOTTA,  MATTEO PELLITI, TÊTES DE BOIS,  GIOVANNI NADIANI, ALESSANDRA RACCA, ERICA MOU, TIMISOARA PINTO,  LUCIA MAZZONCINI

“Tutti i giorni esco e cerco l’Altro sempre” è l’incipit scelto per la VI edizione del festival l’Importanza di essere piccoli, verso enigmatico e profetico del poeta Hölderlin che connota la poetica e il senso di un progetto culturale nato nel 2011 da un’idea di Azzurra D’Agostino e Daria Balducelli dell’associazione SassiScritti e sostenuto da Regione Emilia-Romagna, nell’ambito del progetto Polimero di Arci Emilia-Romagna, Distretti Culturali, Città metropolitana di Bologna e i Comuni di Alto Reno Terme, Castel di Casio, Grizzana Morandi, Pistoia e Sambuca Pistoiese, Arci Bologna e il contributo di Coop Reno, Banca di Credito Cooperativo Alto Reno, Helvetia Thermal SPA Hotel. Non solo quindi un festival ma il coronamento estivo di una serie di attività che l’associazione, affiliata Arci, intesse durante l’anno: da InRitiro, un calendario di laboratori in residenza con scrittori, attori, illustratori e musicisti, collaborazioni con enti locali quali la Fondazione Santa Clelia Barbieri di Vidiciatico, l’Associazione Porretta Cinema e recenti sinergie con il festival pistoiese Leggere la città e il Progetto T della compagnia teatrale Gli Omini. Non da ultimo lo scambio di energie e di  pensiero avvenuto lo scorso inverno al presidio dei lavoratori Philips-Saeco, mobilitati contro un previsto licenziamento di quasi metà degli operai. SassiScritti ha affiancato a questa manifestazione un presidio culturale che ha portato davanti alla fabbrica decine di artisti in un programma dal titolo Poesie per farsi coraggio. Gli operai, a conclusione della lunga contrattazione, hanno devoluto a SassiScritti un contributo derivante dai fondi raccolti a sostegno delle famiglie dei lavoratori.

Il filo rosso che lega queste proposte è l’attenzione e cura dei luoghi “marginali” intesi non solo come periferie, ma come condizioni esistenziali fragili e minoritarie, quindi potenzialmente cariche di una bellezza eversiva e innovatrice.

Poesia e musica in luoghi ancora da scoprire, riluttanti alla fama ma generosi nell’accogliere, poesia come l’Altro che è in noi ma anche come l’altro che arriva da fuori e che l’arte continua a cercare con lo slancio del bambino che esplora il mondo. L’immagine scelta, quella di una cavalletta che si rispecchia in una figura aliena, ci rinnova l’antica promessa con il nostro essere più autentico, verso un’alterità fertile che fa accadere gli incontri e salda l’amicizia, qualcosa che oggi forse più che mai si rende urgente.

Ancora una volta SassiScritti sarà felice di accogliere dal 2 al 6 agosto gli ospiti nei luoghi del Festival, in una terra di mezzo fatta di castelli, pievi, boschi e borghi semi-abbandonati dell’Appennino. Mediatori tra il mondo e quei pianeti marziani evocati dalla poesia saranno come sempre i luoghi che permettono l’incontro tra artisti e pubblico, resi ancora più belli dalla cura e dalla dedizione degli abitanti, delle proloco, delle associazioni locali, che da settimane si preparano a questo appuntamento.

I cantautori Gnut,  Iacampo, Motta, têtes de bois, Erica Mou  si incontreranno per la prima volta  con i poeti Nadia Augustoni, Giusi Quarenghi, Matteo Pelliti, Giovanni Nadiani, Alessandra Racca. Poesia e Musica arriveranno e si intrecceranno a Tresana, Castelluccio di Porretta Terme (BO), tra le sue case costruite con le pietre locali che sbucano dal bosco di castagni; tra le romantiche rovine del Castello di Sambuca Pistoiese (PT) o nel festoso borgo di Castagno di Piteccio (Pistoia) che incontra la linea transappenninca della Porrettana; presso l’antico e bellissimo borgo La Scola a Grizzana Morandi (BO) e infine approdare sui prati del circolo culturale ippico Scaialbengo a Castel di Casio (BO).

PROGRAMMA

Tutti gli eventi sono a ingresso gratuito e si terranno anche in caso di pioggia nei luoghi indicati

martedì 2 agosto – Tresana, Castelluccio di Porretta Terme (BO)- dalle h.18.30

UN PONTE GETTATO SUL MARE (presentazione del libro del Cabudanne de sos poetas)

LUCIA MAZZONCINI CREATURE CUSTODI DI STORIE (installazione)

NADIA ALBA AUGUSTONI (lettura/incontro)

GNUT (live acustico)

(con cena su prenotazione obbligatoria) 

mercoledì 3 agosto – Sambuca Pistoiese (PT)- h.21

GIUSI QUARENGHI (lettura/incontro)

IACAMPO (live acustico)

giovedì 4 agosto – Castagno di Piteccio (PT)- h.21

MATTEO PELLITI (lettura/incontro)

MOTTA (live acustico)

venerdì 5 agosto – La Scola, Grizzana Morandi (BO)- dalle 18.30  

LAVORARE CON LENTEZZA (presentazione del libro a cura di TIMISOARA PINTO)

GIOVANNI NADIANI (lettura/incontro)

TÊTES DE BOIS (live acustico)

(con cena su prenotazione obbligatoria) 

6 agosto – “Scaialbengo” centro culturale ippico, Castel di Casio (BO)- h.21

ALESSANDRA RACCA (lettura/incontro)

ERICA MOU (live acustico)

Gli eventi sono a ingresso libero,in caso di pioggia si svolgeranno ugualmente nei luoghi indicati. 

con il contributo dei comuni di: Alto Reno Terme, Castel di Casio, Grizzana Morandi, Sambuca Pistoiese, Pistoia 

con la collaborazione di: associazione “LA SCULCA”, associazione CASTELLO MANSERVISI, PRO LOCO DI CASTAGNO, centro culturale ippico SCAIALBENGO di Castel di Casio, libreria L’ARCOBALENO di Porretta Terme, gelateria LA BARACCHINA di Porretta Terme, centro turistico LA PROSSIMA di Castel di Casio, libreria LO SPAZIO DI VIA DELL’OSPIZIO di Pistoia, THE CALIFFO PUB di Porretta Terme, ANTICA FORNERIA CORSINI di Porretta Terme.

 L’importanza di essere piccoli c’è grazie a daria balducelli, alessando borri, ambrogina bertone, andrea biagioli, azzurra d’agostino, lara monterastelli, silva tesone, danilo zito 

INFO

www.sassiscritti.wordpress.comsassiscritti@gmail.com

fb: L’importanzaDiEsserePiccoli mob:  349 5311807 | 333 5837354

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera,
acconsenti all'uso dei cookie.
Maggiori informazioni

Dati personali raccolti per le seguenti finalità ed utilizzando i seguenti servizi

  • Statistica - Wordpress Stat
    Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo
La privacy policy completa può essere consultata alla pagina dedicata.

Chiudi