Vergato, le nuove vetrate del Palazzo dei Capitani

vn24_20161027_vetrate_1_002016/10/28, Vergato – Archivio APCS – Vergato, le nuove vetrate del Palazzo dei Capitani.

Una storia tutta da raccontare, dalla nascita del progetto alla realizzazione, con volontari a montare le vetrate e aziende del territorio a finanziare quest’opera incompleta, scopriamo solo ora che anche le vetrate minori dovevano subire la stessa sorte ma le solite difficoltà ne hanno impedito la realizzazione o è venuta meno la volontà? Il progetto permane, comitati e cittadini, associazioni… con pochi soldi potranno accappararsi una finestra a loro dedicata? Poi… il Palazzo Comunale troverà la giusta collocazione come Casa della Cultura e Museo della Linea Gotica a Vergato? L’idea c’è e c’era…a Vergato le abbiamo pensate tutte…realizzate, meno.

Tratto da; Il foglione – Mensile del Comune e della Provincia Edizione Metropolitane Bologna – 13 10/1998 21 ottobre.

Sono state realizzate da Luigi Ontani, artista di origini vergatesi, le nuove vetrate della Sala del Consiglio del Palazzo dei Capitani di Vergato: un ambizioso progetto del Comune che prende corpo dopo un lungo lavoro preparatorio (inaugurazione il 15 novembre 1998 alle 11).

L’opera rappresenta, allo stesso tempo, le figure di quattro Capitani della Montagna, le allegorie delle quattro stagioni, delle quattro età e dei quattro elementi. “Queste allegorie -scrive Danilo Eccher, direttore della Galleria d’arte moderna di Bologna – prendono forma attraverso l’uso di immagini dell’ambiente naturale (fiori e frutti), segni zodiacali, simbologie classiche e le diverse tonalità dei colori del fondo”.

“In tutte le vetrate è presente l’uovo – scrive ancora Eccher – come segno della vita e metafisica visione del monte (Montovolo) che caratterizza in maniera evidente il paesaggio di Vergato e della vallata del Reno. Questo uovo cambia colore a seconda delle stagioni”.

Ontani è un artista tra i più interessanti e noti in Italia e alla sua opera sono stati tributati riconoscimenti da parte di grandi musei europei e americani e un successo di pubblico ormai consolidati.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Al fine di evitare spam tra i commenti vi invitiamo ad inserire la stringa che vedete qui rappresentata nello spazio successivo.

Gentilmente scrivi le lettere di questa immagine captcha nella casella di input
 = 
Grazie della collaborazione.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera,
acconsenti all'uso dei cookie.
Maggiori informazioni

Dati personali raccolti per le seguenti finalità ed utilizzando i seguenti servizi

  • Statistica - Wordpress Stat
    Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo
La privacy policy completa può essere consultata alla pagina dedicata.

Chiudi