Luciano Marchi – Nwl. n° 71 del 28/01/2017- Il ritratto fotografico: oggi e domani

2017/01/28, Porretta Terme –

NEWSLETTER DEL 28-01-2017
IL RITRATTO FOTOGRAFICO: OGGI E DOMANI

Devo confessarlo: ho una grande passione per il ritratto fotografico.

Ovviamente non è l’atto in sé a piacermi, ma le conseguenze che se ne traggono. Cos’è un ritratto?

Spesso vengono chiamati in causa risvolti psicologici (utili, per carità) o anche pittorici (per via della storia), ma oggi la situazione è diversa. Pubblicità, media, TV, WEB, sono tutti fattori che hanno semplificato, forse troppo, l’approccio all’immagine, anche se non strettamente alla fotografia.

Quest’ultima si occupa anche di tempo, di momenti, di eventi che accadono dai quali, responsabilmente, vogliamo lasciare memoria storica, per chi guarderà. E allora torno alla domanda: cos’è un ritratto oggi?

Un incontro, nulla più; peraltro dedicato ad altri, al prossimo: dove cioè gli interpreti (chi scatta e chi sta dall’altra parte) dedicano quel momento a chi vorrà e potrà guardare.

Per rafforzare quanto dico, vorrei prendere ad esempio l’ultimo libro pubblicato: “Una valle, i luoghi, la gente”. “Impressioni fotografiche”.

C’è molto del ritratto, in quel volume: come ricerca e alla stregua di una testimonianza. Io non desidero giudicare il valore dell’opera, il tempo potrà farlo meglio di me; certo è che in futuro si potrà attingere lì per sapere chi eravamo, cosa facevamo, come vivevamo.

Ritratto come incontro, quindi, da proiettare al futuro. Va comunque considerata una valenza odierna, attuale.

Una bella fotografia può essere regalata, conservata, catalogata, o addirittura messa in un cassetto. Comunque vada, il suo valore intrinseco è enorme e spesso lo misconosciamo. Il nostro volto, abbinato o meno all’habitat che frequentiamo, parla di noi, della nostra vita, della storia che ci appartiene e che possiamo dedicare al prossimo.

Questo per dire che quello scatto non è solo (e forse neanche) un esercizio di estetica. I “selfie” ci hanno un po’ traviato in questo, senza comprendere però che lì a vincere è lo sfondo, la circostanza, di certo non il soggetto che lo interpreta.

E allora affidiamoci al ritratto: facciamolo singolarmente e anche come nucleo di persone. Si possono ritrarre famiglie, gruppi di lavoro, amici, soci di circoli, bambini, adulti, anziani, scolaresche.

E poi: in studio, ma anche nei luoghi abituali di frequentazione. Penso addirittura ai corsi di formazione: lì una fotografia “prima e dopo” farebbe comprendere tante cose, dei singoli individui.

Questa lunga dissertazione (scusate) è anche un invito: non nascondiamoci. Dobbiamo fare in modo che della vita (nostra e altrui) rimanga traccia nella memoria. Si tratta anche di un atto di responsabilità.

Come Foto Ottica Marchi, da febbraio e fino a settembre, ci occuperemo delle famiglie.

Chiederemo di poterle ritrarre e accetteremo proposte. Gli scatti potranno essere eseguiti in studio (per un posato) o anche nei luoghi dove il nucleo vive o lavora.

Le fotografie faranno parte di un progetto, cui certamente seguiranno iniziative editoriali.

Seguiteci nelle prossime news. Grazie.

                                                                                Luciano Marchi

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Al fine di evitare spam tra i commenti vi invitiamo ad inserire la stringa che vedete qui rappresentata nello spazio successivo.

Gentilmente scrivi le lettere di questa immagine captcha nella casella di input
 = 
Grazie della collaborazione.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera,
acconsenti all'uso dei cookie.
Maggiori informazioni

Dati personali raccolti per le seguenti finalità ed utilizzando i seguenti servizi

  • Statistica - Wordpress Stat
    Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo
La privacy policy completa può essere consultata alla pagina dedicata.

Chiudi