Galeazzo Bignami su nevicata in Appennino bolognese

Foto; Bologna today

2017/11/14, Vergato – Riceviamo e pubblichiamo;

E’ inaccettabile che una breve nevicata in novembre determini tanti disagi e disfunzionamenti nei territori montani come l’Appennino bolognese. Disagi ancor più sorprendenti visto che la nevicata era stata annunciata per tempo con conseguente attivazione dell’allerta.

Migliaia e migliaia di famiglie senza energia elettrica per ore e ore, disagi nei trasporti, interruzioni sulle linee ferroviarie, il tutto per pochi centimetri di neve. Anche se in zone più impervie si sono riscontrate abbondanti precipitazioni, nel complesso la situazione era oggettivamente sostenibile. E’ necessario immediatamente intervenire, come avevamo già segnalato durante le nevicate del febbraio di alcuni anni addietro, con una verifica delle linee elettriche, della sostenibilità complessiva delle infrastrutture e dei trasporti. E’ anche ora di individuare i responsabili e chiedere conto a chi sbaglia degli errori commessi.

Galeazzo Bignami

presidente Gruppo Forza Italia Assemblea Legislativa – Regione Emilia-Romagna

15/11/2017 – NEVICATA, BIGNAMI CHIEDE LA CONVOCAZIONE DEI VERTICI DI ENEL NELLE COMMISSIONI COMPETENTI

Questa mattina ho richiesto la convocazione immediata dei vertici di Enel nelle commissioni Territorio e Ambiente e Attività Produttive perché rispondano dello scempio e dei gravissimi disagi che la popolazione dell’Appennino bolognese sta subendo a causa della incapacità di programmare un evento, come la nevicata di lunedì, assolutamente ordinario e normale in montagna nel periodo stagionale attuale. Se Enel pensa di potersela cavare solo aprendo i cordoni della borsa magari risarcendo i cittadini e le popolazioni, scaricando sulle assicurazioni le richieste risarcitorie, si sbaglia di grosso.

Solleciteremo la Regione affinché si costituisca parte civile in qualsiasi procedimento penale dovesse essere avviato, e che auspichiamo venga avviato, nei confronti di chi avrebbe dovuto mettere in campo le soluzioni utili a far sì che non si riproponesse quanto già avvenuto due anni e mezzo fa. Spiace constatare che l’unico modo per farsi ascoltare è quello di chiamare in causa anche la responsabilità personale dei vertici di Enel.

Enel, magari facendo qualche conto, probabilmente crede che scaricare sulle assicurazioni le richieste risarcitorie sia molto più economico di una manutenzione costante e continua delle linee. Ma, qui lo ribadiamo, Enel ha l’obbligo giuridico e morale di assicurare il funzionamento di queste linee e di questo dovrà rispondere nelle sedi, anche giudiziali, competenti.

Galeazzo Bignami

presidente Gruppo Forza Italia Assemblea Legislativa – Regione Emilia-Romagna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Al fine di evitare spam tra i commenti vi invitiamo ad inserire la stringa che vedete qui rappresentata nello spazio successivo.

Gentilmente scrivi le lettere di questa immagine captcha nella casella di input
 = 
Grazie della collaborazione.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera,
acconsenti all'uso dei cookie.
Maggiori informazioni

Dati personali raccolti per le seguenti finalità ed utilizzando i seguenti servizi

  • Statistica - Wordpress Stat
    Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo
La privacy policy completa può essere consultata alla pagina dedicata.

Chiudi