“Teniamoci” e le due possibili chiavi di lettura. Un murale di Emilia Maria Chiara Petri

2018/06/02, Vergato – Quello che si vede nel breve filmato è un murale appena realizzato da una giovane artista vergatese, Emilia Maria Chiara Petri a Bologna, all’interno di un capannone di via Marzabotto che ospita la cooperativa Venti Pietre.

Il titolo dell’opera  è “Teniamoci” e ha due possibili chiavi di lettura. La prima, immediata e diretta, è  ”teniamoci stretti tra noi, con le persone care, con tutti quelli che amiamo e che ci amano. Diamoci l’un l’altro sostegno e sicurezza, non lasciamo disperdere i nostri affetti e i sentimenti che ci uniscono”.  La seconda chiave è forse più sociale. “Teniamoci, alle cose che abbiamo. Non lasciamocele portare via. Può essere il posto di lavoro o un reparto ospedaliero, un pezzo di verde o qualunque cosa che appartiene da sempre alla collettività e che nessun potere può arbitrariamente sottrarre”. Poi, ad ognuno scegliere il significato più azzeccato.

Fonte e filmato; Ferdinando Petri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Al fine di evitare spam tra i commenti vi invitiamo ad inserire la stringa che vedete qui rappresentata nello spazio successivo.

Gentilmente scrivi le lettere di questa immagine captcha nella casella di input
 = 
Grazie della collaborazione.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera,
acconsenti all'uso dei cookie.
Maggiori informazioni

Dati personali raccolti per le seguenti finalità ed utilizzando i seguenti servizi

  • Statistica - Wordpress Stat
    Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo
La privacy policy completa può essere consultata alla pagina dedicata.

Chiudi