Vergato 1930-4 Il dopolavoro ferroviario

2013/03/18, Vergato – Tratto dal fascicolo, Vergato 1930, (archivio Dott. Amleto Gardenghi). La sede del dopolavoro ferroviario. Edificio esistente, il pilastrino, no.

Il palazzo in questione costruito nel 1924 come albergo con la denominazione altisonante di “Principe di Piemonte” (probabilmente da ricollegarsi con la venuta a Vergato in quegli anni del Principe di Savoia per l’inaugurazione del Monumento ai Caduti e dei giardini pubblici) fu in seguito trasformato in appartamenti e la sala di rappresentanza fu utilizzata dapprima come dopolavoro ferroviario, in seguito come sala da ballo per veglioni e feste di società carnevalesche con il nome di “veranda”.Negli anni 60 fu utilizzata anche come palestra per praticarvi la boxe. (nota di Enrico Carboni)

 

Stessa immagine in una cartolina, assai diffusa…

 

 

 

L’attuale palazzina, riconoscibili, le nove vetrate ancora esistenti, manca lo sdaleen

ogni lunedì, una nuova foto

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
%d bloggers like this:

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera,
acconsenti all'uso dei cookie.
Maggiori informazioni

Dati personali raccolti per le seguenti finalità ed utilizzando i seguenti servizi

  • Statistica - Wordpress Stat
    Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo
La privacy policy completa può essere consultata alla pagina dedicata.

Chiudi