La pianista di fama internazionale Maria Perrotta in concerto a Monzuno

Maria Perrotta foto Ugo Dalla Porta

Maria Perrotta foto Ugo Dalla Porta

2015/09/29, Monzuno – La pianista di fama internazionale Maria Perrotta in concerto a Monzuno

Lo straordinario appuntamento previsto per il 4 ottobre per celebrare i 5 anni di attività della rassegna “Musica in bianco e nero”

Sul Corriere della Sera è stata definita uno dei veri astri del pianismo mondiale, Libero ha scritto di lei che il suo pianismo sta a metà strada fra il lussureggiante Alexis Weissenberg e il laser di Glenn Gould,

su Repubblica si è sottolineato l’altissimo livello di maturità interpretativa raggiunto da questa eminente artista, il Giornale ha apprezzato la sua presenza discreta che fa sì che il suo pianismo mai esteriore giunga gradito agli ascoltatori sensibili.

Maria Perrotta è una delle più grandi pianiste in attività e terrà un concerto domenica 4 ottobre presso la biblioteca Mario Marri di Monzuno alle ore 17.

MARIA PERROTTA foto Enrico_Benassi

MARIA PERROTTA foto Enrico_Benassi

I suoi studi hanno inizio presso il Conservatorio di Cosenza, dov’è nata, con Antonella Barbarossa: si diploma in seguito con lode al Conservatorio di Milano con Edda Ponti. Ottiene il Diploma Superiore di Musica da Camera all’École Normale de Musique di Parigi, si perfeziona a Imola con Franco Scala e Boris Petrushansky e in Germania con Walter Blankenheim. Nel 2007 si diploma con lode presso l’Accademia di Santa Cecilia nella classe di Sergio Perticaroli. Arricchisce la sua formazione con Cristiano Burato e François-Joël Thiollier. Vive a Parigi.

Applaudita come interprete particolarmente comunicativa, Maria Perrotta si afferma in importanti concorsi fra cui il “Rina Sala Gallo” di Monza, il “Premio Encore! Shura Cherkassky” (2008) e il Concorso “J. S. Bach” di Saarbrücken (2004), premio quest’ultimo che la impone sulla scena pianistica internazionale come una significativa interprete bachiana.

Registra per la Radio Tedesca, per la Rai e Sky. La sua incisione dal vivo delle Variazioni Goldberg di Bach ottiene il favore della critica specializzata: 5 Stelle delle riviste Amadeus e Musica, 5 Stelle e Disco del Mese della rivista Suonare News, Premio della Critica 2012 promosso dalla rivista Musica & Dischi. Nell’ottobre 2013 la Decca pubblica un cd con la sua registrazione dal vivo delle tre ultime Sonate di Beethoven che ottiene le “5 Stelle Amadeus” ed è scelto come miglior cd del mese dalla rivista Amadeus. Nel settembre 2014 esce la sua nuova incisione per Decca delle Variazioni Goldberg di Bach. Di imminente uscita, sempre per Decca, un recital chopiniano registrato live.

Fra i suoi recenti impegni l’esecuzione del Clavicembalo ben temperato di J. S. Bach, del Quarto Concerto per pianoforte e orchestra op. 58 di Beethoven con la Filarmonica Arturo Toscanini diretta da Antoni Wit e una tournée in Francia e Italia con un programma interamente dedicato a Chopin. Fra i prossimi impegni figurano concerti con l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI di Torino, l’Orchestra Sinfonica Giuseppe Verdi di Milano e l’Orchestra della Toscana.

Il pubblico avrà modo di apprezzarla a Monzuno in un concerto in cui eseguirà Mozart, Brahms, Schubert: il miglior modo per celebrare i 5 anni della rassegna di grande successo “Musica in bianco e nero”, organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Monzuno con la Proloco di Monzuno e il Corpo Bandistico P. Bignardi.

Nata tra la primavera e l’estate 2011, la stagione si svolge presso la Sala della Biblioteca di Monzuno che ospita uno straordinario pianoforte Blüthner costruito a Lipsia nel 1911. Grazie anche a questa rassegna il prezioso strumento è stato utilizzato per numerose iniziative, richiamando musicisti professionisti e nuovi talenti. Il merito va senz’altro al prezioso impegno di tanti appassionati cittadini e alla volontà della direttrice artistica della rassegna, la pianista Francesca Rambaldi: “Concludiamo il quinto anno dell’avventura di “Musica in Bianco e Nero” con la partecipazione di una pianista di fama internazionale quale Maria Perrotta, per un evento di cui siamo entusiasti. Il nome Musica in bianco e nero – aggiunge Francesca – deriva da En blanc et noir, il titolo di una Suite per due pianoforti di Claude Debussy: bianchi e neri sono i tasti di un pianoforte, che richiamano l’immagine di un insieme vivo di differenti idee, persone, strumenti, esperienze in movimento e in dialogo tra loro. Immagini in bianco e nero che hanno portato qui a Monzuno la collaborazione di giovani musicisti e affermati professionisti accomunati da grande professionalità e passione per la divulgazione della musica.”

Appuntamento presso la Biblioteca Comunale “M. Marri” di Via Casaglia 1, a Monzuno, domenica 4 ottobre alle ore 17, ingresso gratuito.

Il programma completo:

Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791)

Sonata n. 5 in sol maggiore KV 283                                            12’

Allegro

Andante

Presto

 

Johannes Brahms (1833-1897)

4 Ballate op. 10                                           24’

  1. 1 in re minore

ispirata alla ballata scozzese “Edward”, da “Stimmen der Volker” di Herder

  1. 2 in re maggiore
  2. 3 in si minore
  3. 4 in si maggiore

 

Franz Schubert (1797-1828)

Sonata n. 21 in si bemolle maggiore D 960 op. post.    36’

  1. Molto moderato
  2. Andante sostenuto
  3. Scherzo. Allegro vivace
  4. Allegro ma non troppo
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
%d bloggers like this:

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera,
acconsenti all'uso dei cookie.
Maggiori informazioni

Dati personali raccolti per le seguenti finalità ed utilizzando i seguenti servizi

  • Statistica - Wordpress Stat
    Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo
La privacy policy completa può essere consultata alla pagina dedicata.

Chiudi