Raccolta fondi per i terremotati: la solidarietà della montagna bolognese

2016/08/31, Vergato – Niente fuochi d’artificio e raccolta fondi per i terremotati: la solidarietà della montagna bolognese

.

.

Il comitato organizzativo di Montagna in Fiera ha deciso di rinunciare allo spettacolo pirotecnico previsto domenica 28 agosto e di devolvere la cifra risparmiata sul conto corrente della Protezione Civile. Stessa scelta anche per la Festa di San Luigi a Monzuno, mentre altrove sono organizzate raccolte fondi.

Un piccolo gesto di solidarietà nei confronti delle popolazioni duramente ferite dal terremoto che ha colpito il Centro Italia: è quello che hanno voluto manifestare gli organizzatori di Montagna In Fiera, l’iniziativa di Castiglione dei Pepoli che avrebbe dovuto concludersi domenica 28 agosto con uno spettacolo pirotecnico. Ma, come spiega Tommaso Tarabusi, presidente del comitato organizzativo e assessore comunale di Castiglione, lo spettacolo è stato annullato: “la decisione deriva dalla volontà di dare un piccolo segnale di solidarietà in un momento di grave difficoltà che le persone colpite dal sisma stanno vivendo: non ci sembrava opportuno festeggiare come se oltre 280 vittime non significassero nulla”. Il comitato ha pertanto pagato alla ditta fornitrice dei fuochi la penale prevista in casi come questi e ha devoluto la restante cifra risparmiata, circa 2000 €, sul conto corrente intestato alla Protezione Civile per la gestione dell’emergenza.

Stessa decisione anche a Monzuno, dove i volontari che organizzano la tradizionale festa del patrono San Luigi hanno deciso di rinunciare ai fuochi d’artificio e hanno al tempo stesso avviato una raccolta di fondi che dovrebbe portare a devolvere un altro migliaio di euro nei prossimi giorni in favore delle popolazioni colpite dal terremoto. Il Comune di San Benedetto Val di Sambro ha deciso, assieme al comitato organizzatore della Festa dello Sport, di devolvere parte del ricavato della Lotteria di domenica 28 agosto.
Se da una parte si risparmia sulle feste già organizzate, dall’altra si organizzano iniziative con l’obiettivo di raccogliere fondi per l’emergenza terremoto: oltre 300 persone a Marzabotto la sera del 29 agosto hanno partecipato alla polentata. Grazie al Centro sportivo della Lama di Reno, alla Consulta del Volontariato sociale di Marzabotto e a tutti i partecipanti sarà possibile anche in questo caso devolvere una cifra che i volontari stanno conteggiando in queste ore. Inoltre domenica 4 settembre alle 12,30 in piazza a Marzabotto, grazie a Comune e Proloco è prevista “Un’amatriciana per Amatrice”: menù con piatto unico di pasta all’amatriciana o vegana, frutta e dolci, obiettivo sempre raccogliere fondi da devolvere.
A Castel d’Aiano il gruppo di Croce Rossa Italiana si è attivato come centro di raccolta per beni e prodotti da inviare nei luoghi colpiti dal terremoto del centro Italia mentre anche negli altri comuni dell’Appennino bolognese i volontari hanno già dato la loro disponibilità a intervenire, se necessario: sono già partiti i volontari della Croce Rossa di Gaggio Montano, altri attendono le indicazioni di chi coordina gli interventi di Protezione Civile per evitare inutili sovrapposizioni.
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
%d bloggers like this:

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera,
acconsenti all'uso dei cookie.
Maggiori informazioni

Dati personali raccolti per le seguenti finalità ed utilizzando i seguenti servizi

  • Statistica - Wordpress Stat
    Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo
La privacy policy completa può essere consultata alla pagina dedicata.

Chiudi