Inaugurata la nuova scuola primaria di Camugnano, antisismica e a risparmio energetico

2017/10/02, Camugnano – L’Unione dei Comuni dell’Appennino bolognese informa:

Inaugurata la nuova scuola primaria di Camugnano, antisismica e a risparmio energetico. 

Inaugurata sabato 30 settembre la nuova sede della scuola primaria che va a completare l’Istituto Comprensivo “Giorgio Morandi” a Camugnano. La scuola si era resa indispensabile due anni fa dopo che il terremoto aveva reso inagibile la precedente struttura.

Sabato 30 settembre è stata inaugurata la nuova sede della scuola primaria che va a completare l’Istituto Comprensivo “Giorgio Morandi” a Camugnano, un plesso che ospiterà un centinaio di studenti di scuola materna, delle scuole primarie e secondarie di primo grado.

La nuova scuola interromperà un periodo di disagio per i piccoli studenti che per fortuna è durato solo un paio d’anni: erano infatti stati trasferiti in aule provvisorie dopo che nel gennaio 2015 un terremoto, che non ha fatto vittime o feriti, ha danneggiato la vecchia scuola costringendo il sindaco a dichiararne l’inagibilità. Dopo appena un anno l’amministrazione era stata in grado di realizzare un nuovo edificio in grado di ospitare la scuola materna, segnalata anche dal ministero come buona pratica; adesso il percorso si conclude con le scuole primarie che vanno a completare il plesso con le scuole secondarie già presenti.

La nuova scuola è stata concepita secondo i dettami più moderni dell’edilizia scolastica, è antisismica, fornita di pannelli fotovoltaici ed è costata circa 937 mila euro, di cui 516 spesi dal Comune, 50 mila ottenuti da un contributo regionale e i restanti 317 ottenuti dal Piano regionale di edilizia scolastica finanziato dal governo. Sorge a 800 metri d’altezza in mezzo al verde e vicino ai campi sportivi, in una zona scelta per la sua tranquillità.

La dirigente scolastica Liliana Fogacci ha commentato che “la scuola è bella e sicura, e ne sono doppiamente contenta perché sono di queste parti e capisco l’importanza dei servizi scolastici in montagna, per evitare lo spopolamento“. In rappresentanza della Regione Emilia-Romagna è intervenuta Simonetta Saliera, Presidente dell’Assemblea Legislativa Regionale, che ha affermato di essere felice di essere stata accolta dall’Inno alla gioia, a ricordare  quanto Camugnano si senta parte dell’Europa. “Nella scuola si scopre la convivenza e la socialità” ha aggiunto la presidente “si costruisce la persona: in una scuola bella si studia meglio. In montagna la scuola è fondamentale perché luogo di crescita” .

Il parroco Don Luigi Arnaboldi, che in questi anni ha messo a disposizione le sue strutture per ospitare i bambini, ha voluto ricordare a tutti che “si dice sempre che finché c’è vita c’è speranza, ma è vero soprattutto il contrario: finché c’è speranza c’è vita, e i giovani sono la speranza di una comunità”.

In conclusione Alfredo Del Moro non ha nascosto la sua soddisfazione, anche considerando i tempi record con cui l’opera è stata realizzata, visto che il lavori sono cominciati del giugno 2016 “Mi sento di dover ringraziare tutti gli enti che ci hanno sostenuto e hanno permesso ad un piccolo comune come il nostro di avere un plesso scolastico di cui siamo fieri, il parroco che ci ha ospitati dopo l’inagibilità della vecchia scuola e i nostri tecnici che hanno presentato un progetto che si è classificato secondo tra quelli finanziabili”.

WP2FB Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
%d bloggers like this:

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera,
acconsenti all'uso dei cookie.
Maggiori informazioni

Dati personali raccolti per le seguenti finalità ed utilizzando i seguenti servizi

  • Statistica - Wordpress Stat
    Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo
La privacy policy completa può essere consultata alla pagina dedicata.

Chiudi