Il Brasimone non è risuscito ad aggiudicarsi il prototipo da 500 milioni di euro

2018/04/04, Camugnano – Il Brasimone non è risuscito ad aggiudicarsi il prototipo sperimentale per la fusione nucleare messo al bando dall’ENEA. Il finanziamento di 500 milioni di euro è andato al sito di Frascati (Regione Lazio) che nella gara ha ottenuto 213,49 punti.
Il Brasimone si è piazzato al 4° posto in graduatoria sui 9 siti che sono stati ammessi alla fase finale, con 187,82 punti, preceduto da Monoppello (Regione Abruzzo) con 208,06 punti, Cittadella della Ricerca (Regione Puglia) con punti 209,50 e seguito da Capitolo San Matteo (Regione Campania con punti 182,4, Porto Marghera (Regione Veneto) con punti 181,51, Ferrania (Regione Liguria e La Spezia (Regione Liguria) con punti 170,70. L’ambito traguardo ha visto una competizione molto accesa caratterizzata, oltre che dalla consueta presentazione di Progetti e documentazione, anche da numerosi sopralluoghi in tutti i siti da parte dei componenti la Commissione Giudicatrice.
Spiace che le speranze che aveva suscitato un intervento così importante, per le ricadute economico occupazionale che avrebbe avuto sul territorio, siano andate purtroppo deluse.

Fonte; Pier Antonio Gozzoli

La Regione candida il Brasimone per il centro europeo: la soddisfazione dei sindaci dell’Unione dell’Appennino bolognese. 

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
%d bloggers like this:

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera,
acconsenti all'uso dei cookie.
Maggiori informazioni

Dati personali raccolti per le seguenti finalità ed utilizzando i seguenti servizi

  • Statistica - Wordpress Stat
    Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo
La privacy policy completa può essere consultata alla pagina dedicata.

Chiudi