“Creda-Paese natale di Carlo Venturi, maestro della fisarmonica” – Tre concerti e una targa ricordo

VN24_160315_Carlo_Venturi_fisarmonicista copia2016/03/15, Castiglione dei Pepoli – “Ricordando Carlo Venturi” Tre appuntamenti di “Parolemusica” e un cartello commemorativo agli ingressi di Creda, località della nativa Castiglione dei Pepoli, in omaggio al grande fisarmonicista dell’Appennino bolognese

Nel video la fisarmonica di Carlo Venturi, attuale proprietario Giuseppe Stefanelli, suonata da Manuela Turrini. Il video girato durante la serata; Ricordando una fisarmonica, organizzato dal Centro Sociale Polivalente di Vergato ha raggiunto attualmente le 15.258 visualizzazioni

“Parolemusica”, rassegna di incontri, concerti, reading e spettacoli dedicata alle “Voci che raccontano l’arte nel cuore dell’Appennino bolognese” rende omaggio, con tre appuntamenti che si terranno il 18 e 20 marzo e il 2 aprile, a Carlo Venturi, uno dei più grandi interpreti della fisarmonica, nato a Castiglione dei Pepoli e scomparso prematuramente nel 1986 a soli 43 anni.

Un tributo al quale si affianca un’altra importante iniziativa in memoria del Maestro. Proprio in questi giorni, per i trent’anni della sua morte, l’Amministrazione comunale di Castiglione dei Pepoli ha deciso di ricordare uno dei suoi figli più illustri con una dedica davvero speciale. In corrispondenza delle segnalazioni stradali d’ingresso alla località di Creda, dove ha avuto inizio l’attività musicale di Venturi, verrà, infatti, apposto un cartello che riporterà la scritta “Creda-Paese natale di Carlo Venturi, maestro della fisarmonica”.

Un omaggio che, nelle intenzioni del Comune, oltre a sottolineare la rilevanza internazionale del musicista e della sua opera, vuole essere anche un invito a riscoprirne la figura nell’ambito di un territorio caratterizzato da una grande tradizione musicale. Basti pensare, oltre a Carlo Venturi, a Enzo Giannerini e Mario Condi. Al grande Leo Nucci, nato e cresciuto a Castiglione, e al Maestro Ettore Ballotta, scomparso di recente, scegliendo proprio il comune dell’Appennino bolognese per trascorrere i suoi ultimi anni.

“Ricordando Carlo Venturi”, il trittico di appuntamenti dedicati da “Parolemusica”, si apre venerdì 18 marzo, a Lagaro, dove, alle 20.30, presso il Circolo OK di via Casoni 6, è in programma una serata di ballo e di ascolto con l’orchestra di Davide Salvi.

A seguire, domenica 20 marzo, alle ore 16, nella Sala Consiliare del Municipio di Castiglione dei Pepoli (Piazza Marconi 1), incontro con Gianni Gherardi, relatore, e, alla fisarmonica, Simone Zanchini. Uno dei fisarmonicisti più innovativi e quotati a livello internazionale che renderà omaggio a Venturi attraverso rivisitazioni di musiche del Maestro e brani originali fra musica contemporanea e jazz.

Ultimo appuntamento, sabato 2 aprile a Castel di Casio, presso Villa Torre, ex Mach2 Querciagrossa, dove, alle 20.30, è in programma il concerto e ballo “Secondo a nessuno”, con musiche di Secondo Casadei interpretate da Claudio Carboni, sax; Daniele Donadelli, fisarmonica; Maurizio Geri, chitarra, voce; Michele Marini, clarinetto.

Parolemusica è organizzata dall’Unione Comuni Appennino bolognese in collaborazione con i Comuni interessati.

Il costo per l’ingresso agli spettacoli è di 5 euro. Riduzioni: studenti e over 65.

Per informazioni: Unione Comuni Appennino bolognese, mob. 340 1841931

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
%d bloggers like this:

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera,
acconsenti all'uso dei cookie.
Maggiori informazioni

Dati personali raccolti per le seguenti finalità ed utilizzando i seguenti servizi

  • Statistica - Wordpress Stat
    Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo
La privacy policy completa può essere consultata alla pagina dedicata.

Chiudi