Il GAL Appennino Bolognese pubblica nuovi bandi per il cofinanziamento a fondo perduto dei progetti di sviluppo delle piccole imprese di montagna.

2020/07/05, Vergato – Segnala Dubbio:

Il GAL Appennino Bolognese pubblica nuovi bandi per il cofinanziamento a fondo perduto dei progetti di sviluppo delle piccole imprese di montagna. Dal 2 luglio bandi per agriturismi e neo-imprese extragricole. In autunno bandi per l’ammodernamento delle imprese agricole e per la protezione dai danni da fauna selvatica.

Foto: Marco Sandrolini

Il Gruppo di Azione Locale (GAL) dell’Appennino Bolognese ha in corso la pubblicazione di bandi di cofinanziamento a fondo perduto di progetti di sviluppo delle piccole imprese agricole ed extragricole. Il 2 luglio 2020 sono stati pubblicati due bandi. Uno riservato ai progetti di promozione e marketing delle piccole aggregazioni di agriturismi, L’altro per le spese di avviamento di nuove piccole imprese commerciali, artigiane e di servizio. Nei mesi tra settembre e novembre è invece prevista la pubblicazione di due bandi di cofinanziamento riservati alle imprese agricole. Il primo sosterrà gli investimenti di ammodernamento delle strutture produttive, il secondo finanzierà al 100% le spese per la protezione degli allevamenti e delle coltivazioni dai danni provocati dalla fauna selvatica.

Il Presidente del GAL Appennino bolognese, Tiberio Rabboni, ha ricordato che le risorse destinate a questi nuovi bandi derivano, in gran parte, dalla premialità, circa 1 milione di euro, che la Regione Emilia – Romagna ha voluto riconoscere al GAL per l’efficienza gestionale dimostrata negli ultimi tre anni di attività. “Ad oggi abbiamo concesso finanziamenti a 120 progetti di sviluppo di altrettante piccole imprese ed impegnato il 70% delle risorse disponibili per bandi, convenzioni e regie dirette. Con le risorse aggiuntive della premialità regionale apriamo nuovi bandi ed incrementiamo il budget del bando, attualmente in pubblicazione con scadenza 10 luglio, per la qualificazione delle piccole imprese commerciali, artigiane e di servizio, che diventa così di 725.0000 euro.

I nuovi bandi sosterranno con 120.000 euro i progetti di promozione e marketing degli agriturismi, con 101.000 euro l’avvio di neoimprese extragricole, con 551.597 euro gli investimenti agricoli e con 240.000 euro l’acquisto di sistemi di protezione dai danni della fauna selvatica. Ci siamo sforzati di mettere in circolo le nuove risorse nel più breve tempo possibile. Siamo consapevoli che per molte piccole imprese l’autunno sarà cruciale. Poter contare sul sostegno di contributi a fondo perduto ad eventuali progetti di rilancio e riqualificazione può fare la differenza”. Il primo dei due bandi GAL pubblicati il 2 luglio riguarda le Associazioni esistenti o neo costituite composte da almeno 5 operatori agrituristici/fattorie didattiche del territorio GAL che congiuntamente sviluppino azioni di promozione e commercializzazione.

I progetti dovranno prevedere una spesa minima di 10.000 Euro ed un massimo di 130.000; il contributo ne coprirà il 70%. Le domande sono da presentare entro il 30 settembre 2020, ore 12.00. L’altro bando riguarda l’avvio di neo imprese extra agricole di montagna. Ne potranno beneficiare le persone fisiche interessate a dare vita ad una nuova impresa ed anche le piccole-micro imprese esistenti da non più di un anno. I loro piani di sviluppo aziendali – calibrati da un minimo di 15.000 ad un massimo di 40.000 Euro – potranno ricevere un contributo a fondo perduto pari al 60% dell’investimento presentato.

Foto: Roberto Neri

Le domande sono da presentare entro il 30 ottobre 2020, ore 12.00. Entro l’autunno verranno pubblicati invece i 2 bandi per il mondo agricolo: investimenti in azienda e prevenzione danni da fauna. Due canali di contribuzione molto apprezzati e richiesti in passato che quindi vengono riproposti. Infine si ricorda agli interessati che prosegue l’iter di costituzione del Distretto Biologico dell’Appennino Bolognese.

Il 1 luglio si è conclusa con oltre 80 partecipanti collegati in videoconferenza la prima fase del progetto ed avviata la costituzione del Comitato Promotore aperto alla partecipazione di agricoltori, trasformatori, strutture ricettive e del piccolo commercio, consumatori, Enti Locali ed Università di Bologna. Il prossimo 3 settembre gli aderenti si riuniranno per approvare l’atto costitutivo, il programma di lavoro, direttivo e presidente. Informazioni sui bandi e sulle progettualità in corso sono consultabili dal portale bolognappennino.it Sasso Marconi, 03.07.2020

Per maggiori informazioni: info@bolognappennino.it – tel. 0514599907

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
%d bloggers like this:

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy.<br>Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera,<br>acconsenti all'uso dei cookie.<br> Maggiori informazioni

Dati personali raccolti per le seguenti finalità ed utilizzando i seguenti servizi

  • Statistica - Wordpress Stat
    Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo
La privacy policy completa può essere consultata alla pagina dedicata.

Chiudi