Restaurato il Pilastrino di Corgniola

2012/05/11, Labante – Ieri, venerdì 10 maggio 2012, è stato ripristinato il vecchio pilastrino di Corngniola, situato lungo il vecchio sentiero che dal Passatore porta ai Coniali, poi a Tora e quindi sui monti della Castellana.

Si è trattato di una felice combinazione di interessi culturali e di intenti di promozione del territorio anche attraverso il recupero e la valorizzazione dei piccoli segni lasciati dalle nostre comunità, fra la Pro Loco di Labante, il gruppo Cai di Castel d’Aiano ed i sottoscritti che da un po’ di tempo ci occupiamo degli “sdalein” ancora in piedi, di quelli scomparsi e di quelli, come quello di Corniola, che rischiavano di scomparire!

Eretto nel 1881 da un certo B.G. per grazia ricevuta (testimonianze raccolte da Giorgio Chiari raccontano di un drammatico incidente con il biroccio e le bestie finito incredibilmente bene), nel corso degli anni era stato oggetto di depredazioni delle immagini, poi di vandalismi e di incuria.

Quando il 15 gennaio 2012 assieme a Paolo e alla Giusi Gandolfi lo abbiamo visto per la prima volta era spezzato in due, la colonna ed il capitello di base ancora in piedi e la parte superiore, la cella, il capitello di copertura e la cuspide rovesciati in terra ed in parte distrutti.

Anche in quelle condizioni era bello e pieno del fascino che emana dalla cose antiche autentiche e che proprio per questo meritano di essere mantenute e ricordate.

Da lì è nata l’idea di ripristinarlo e di restituirgli la sua funzione originaria di segno della devozione religiosa popolare e di punto di riferimento sul territorio per tutti coloro, che per fortuna cominciano ad essere molti, che ripercorrono a piedi quei sentieri.

Manca ancora la targa devozionale che si vuole rigorosamente uguale a quella che c’era e cioè recante l’immagine della B.V. di S. LUCCA, si proprio con la doppia C come accadeva a volte nell’ottocento per errore e per ingenuità.

Non appena si sarà provveduto si potrà procedere all’inaugurazione con benedizione e all’affidamento del pilastrino in custodia ad una famiglia, o ad una associazione, perché ne garantisca il controllo, la manutenzione ed il decoro.

Enrico Carboni

Qui di seguito, il video del restauro (immagini di Luciano Piacenti)

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
%d bloggers like this:

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera,
acconsenti all'uso dei cookie.
Maggiori informazioni

Dati personali raccolti per le seguenti finalità ed utilizzando i seguenti servizi

  • Statistica - Wordpress Stat
    Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo
La privacy policy completa può essere consultata alla pagina dedicata.

Chiudi