Artisti sull’Appennino – Luigi Faggioli scultore

150320_Vergato_Luigi Faggioli-007 copia2015/03/20, Vergato – Nell’antica borgata di Predolo (Camugnano) a poche centinaia di metri dalla sommità del Montovolo ( Monte Ovolo) vive e lavora Luigi Faggioli. Autore di una fontana di Tolè ha un “cortile” esposizione permanente dove è possibile ammirare un notevole numero di opere a entrata libera. Arte, natura e una manifestazione musicale estiva nell’antico borgo dove sculture di arenaria ma anche in marmo si confondono e si integrano con le pietre antiche delle case illuminate.

E’ una piacevole sorpresa scoprire che, in una zona storicamente vocata alla lavorazione della pietra arenaria, vi sia chi si propone ancora oggi di portare avanti una tradizione ormai pericolosamente incline alla scomparsa.

150320_Vergato_Luigi Faggioli-001 copiaMa al cospetto della pietra lavorata, sfidata quasi, da Luigi Foggioli la sorpresa si tramuta rapidamente in stupore e meraviglia, perché ci si rende conto di essere di fronte non al semplice (si fa per dire) lavoro di uno scalpellino, ma a una sensibilità decisamente incline all’arte.
Innanzitutto è autodidatta. E ne riassume tutte le virtù: l’umiltà con cui si propone, il continuo desiderio di perfezionamento della tecnica, la sete mai sazia, di apprendimento, l’ascolto confidente e interrogativo della propria vena creativa.
I primi lavori hanno un carattere decisamente artigianale, seppur di pregio: sono fioriere, bacili, mortai, crateri in cui all’abilità tecnica dello svuotamento della pietra per ricavarne la cavità semisferica, va ad aggiungersi, ma con prudenza, un decoro di ornato, quasi sempre nei manici o sulle superfici esterne. 150320_Vergato_Luigi Faggioli-002 copiaFrutto della vena creativa che si fa vieppiù sicura e prorompente, tanto che nei lavori più recenti finisce per prevalere, anche se non prevarica mai la funzionalità dell’oggetto scolpito, quasi a confessare un inespresso timore di futilità. Abbiamo cosi le fontane, in cui la pietra viene lavorata già con un maggior rispetto della sua forma naturale, in modo da esaltarla e renderla significativa; un tavolo (vestito di tovaglia) monoblocco cui l’elefante ornato conferisce una grazia vagamente liberty, quasi inimmaginabile per un materiale pesante come la pietra. E ancora spumeggiarti cesti floreali che rappresentano lo spartiacque fra l’oggettistica vincolata ad una funzione pratica e la pura espressione di libera creatività.

150320_Vergato_Luigi Faggioli-003 copiaÈ l’avvisaglia della evoluzione in corso, del richiamo forte e inarrestabile di una vena creativa che chiede sempre di più alla mano di Luigi Faggioli e che autorizza a parlare legittimamente d’incultura.
Ne’ potremmo chiamare altrimenti i finissimi rilievi di molte figure femminili ricavati con attenzione scrupolosa, quanti perfezionista, alla morfologia e al cromatismo della pietra. Arte del rilievo che raggiunge la massima espressione nella raffigurazione di Maria e Giuseppe ricavati nell’enorme monolito circolare destinato a costituire il rosone della chiesetta dedicata i San Guiseppe in Orelia di Grizzana Morandi, che un gruppo di volontari sta facendo risorgere dalle macerie.
150320_Vergato_Luigi Faggioli-004 copiaNon va ignorato, d’altronde, che il nastro giudizio è sovente condizionato dall’abitudine a considerare la scultura, soprattutto quella che “si fa per forza di levare “, o unicamente la statuaria, oppure quella contemporanea, tiranneggiata dall’assolutismo della forma.
Per questo, forse, corriamo il rischio, a mio avviso ingiustificatamente, di sottovalutare opere di piena dignità espressiva quali quelle di Luigi Faggioli. Che è scultore d’istinto e che, ponendosi continue sfide espressive con cui misurarsi, non tarderà a cimentarsi anche con la statuaria.
Sergio Angeli

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
%d bloggers like this:

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera,
acconsenti all'uso dei cookie.
Maggiori informazioni

Dati personali raccolti per le seguenti finalità ed utilizzando i seguenti servizi

  • Statistica - Wordpress Stat
    Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo
La privacy policy completa può essere consultata alla pagina dedicata.

Chiudi