La Pro Loco di Grizzana M. dimissionaria, scrive al sindaco Graziella Leoni. Troveranno un accordo?

Pro Loco Grizzana_Saeco_01

Foto di repertorio dalla pagina FB

2016/05/22, Grizzana Morandi – La Pro Loco di Grizzana Morandi ( da non confondere con Riola) recentemente entrata in conflitto con l’amministrazione comunale di Grizzana, vedi art. precedente, con questa lettera si dice disponibile a un confronto chiarificatorio, mentre la presidenza di UNPLI conferma che tale Pro Loco non è commissariata… troveranno un accordo da tutti auspicabile?

Mittente:

Presidente e Comitato Direttivo dimissionari della Pro loco di Grizzana Morandi Via Pietrafitta n. 52 40030 Grizzana Morandi (Bo)
Grizzana Morandi, 16.05.2016 Gent.le

Sindaco di Grizzana Morandi Sig.ra Graziella Leoni Via Pietrafitta n. 52 40030 Grizzana Morandi (Bo)

E p.c. Egr.

Presidente UNPLI Bologna Sig. Bruno Palma P.zza Andrea Costa n. 11 40066 Pieve di Cento (Bo)

A tutti i soci

Pro Loco di Grizzana Morandi (a mezzo di pubblico avviso)

Gent.le Sindaco

VN24_160522_Grizzana M._Pro Loco_001 VN24_160522_Grizzana M._Pro Loco_002 VN24_160522_Grizzana M._Pro Loco_003

Scriviamo a seguito della Sua lettera del 9 maggio 2016 a noi indirizzata in merito alla quale siamo rimasti stupiti e dispiaciuti, a questo punto ritenendo opportuno giungere ai necessari chiarimenti.

Innanzi al resto ci preme evidenziare che ogni nostra attività e decisione è stata organizzata in buona fede nell’ambito delle regole statutarie ed in genere delle norme proprie della Pro Loco, nel rispetto delle funzioni e prerogative di ciascun organo dell’Associazione.

In relazione alla convocazione dell’Assemblea dei soci questa è avvenuta sempre nei modi consueti – solitamente per lettera – ed in ogni caso con i mezzi ritenuti idonei al raggiungimento dello scopo, nel rispetto dello statuto e delle regole ordinarie di comunicazione. Del resto, non risulta che taluno dei soci abbia fino ad oggi manifestato lamentele riguardo all’erronea o mancata informazione circa la convocazione dell’Assemblea.

In relazione all’eventuale scioglimento della Pro Loco – possibile e legittimo, ad oggi soltanto discusso – anche in questo caso sono state rispettate le regole ordinarie proprie della Associazione. La prospettiva di un possibile scioglimento era nota da diversi mesi a causa di talune incomprensioni e difficoltà che il Sindaco conosceva essendo peraltro stata richiesta una Sua collaborazione. Ad ogni modo, i problemi restavano irrisolti inducendo il Comitato Direttivo ed il Presidente alle dimissioni.

Grave ed incomprensibile risulta anche il generico addebito di mancata trasparenza e volontà di offendere “in ogni azione posta in essere”. Da parte nostra, si ripete, abbiamo agito in buona fede e senza la volontà di offendere alcuno. Per quanto possa valere, ricordiamo che le nostre attività sono svolte a titolo gratuito e per il vantaggio del territorio al quale apparteniamo.

In relazione all’utilizzo di Villa Mingarelli, precisiamo che la Pro Loco ha svolto le proprie attività con le modalità concordate insieme all’Amministrazione Comunale. La Pro Loco – la cui autonomia decisionale deve essere comunque rispettata – non ha mai raggiunto un accordo per sottoscrivere un “contratto di affitto”.

In relazione ai pagamenti al Comune, la Pro Loco è stata sempre disponibile ad ogni confronto, le parti avendo presente la necessità di valutare costantemente il reciproco dare ed avere. Ad oggi non risulta che vi siano debiti da parte della Pro Loco nei confronti del Comune.

In definitiva, se siamo giunti al punto in cui ci troviamo non è per mancanza di volontà da parte nostra. Ricordando che il Sindaco nell’ambito delle Pro Loco solitamente non ha poteri diretti, ma soltanto eventuali prerogative consultive e di collabo-razione, precisiamo che – nel rispetto dei reciproci ruoli – la nostra Associazione è stata ed è disponibile al dialogo. Se sono mancati incontri diretti tra le parti ciò non è imputabile al Presidente o al Comitato Direttivo, ma probabilmente ad un difetto di comunicazione. Definire “grottesche” le vicende legate alla Pro Loco di Grizzana -come Lei ha fatto – pare quantomeno inopportuno.

Ritenendo di avere agito correttamente – in ogni caso sempre con tale intento –confermiamo la disponibilità a qualsivoglia confronto ed eventuale ulteriore chiarimento.

 

 

Data giovedì 19 maggio 2016 – 11:58

Re: LETTERA DA PRESIDENTE E COMITATO DIRETTIVO DIMISSIONARI DELLA PROLOCO DI GRIZZANA
Buon giorno a tutti, ricevo la lettera dalla Pro loco di Grizzana Morandi del 16.05.2016 (per conoscenza) e, dopo una telefonata con Minelli Luca, sono a ribadire:

la Pro Loco di Grizzana Morandi al momento non è commissariata

La mia lettera del 12 maggio 2016 era orientata a far sì che la Pro Loco “superasse” la fase di stallo, con azioni coordinate di verifica e accertamento della situazione venutasi a creare. Ribadisco l’esigenza di incontrarci per gli oggettivi chiarimenti sul futuro delta PRO LOCO. Pertanto ribadisco: Abbiamo concordato con il Presidente uscente Sig. Minelli Luca, un primo incontro informale con il Direttivo e i Soci della Pro Loco per il giorno Giovedì 26 Maggio 2016, alle ore 21 a Grizzana Morandi (sede da definire).

Resto in attesa di un riscontro.

Un saluto Bruno Palma

WP2FB Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
%d bloggers like this:

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera,
acconsenti all'uso dei cookie.
Maggiori informazioni

Dati personali raccolti per le seguenti finalità ed utilizzando i seguenti servizi

  • Statistica - Wordpress Stat
    Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo
La privacy policy completa può essere consultata alla pagina dedicata.

Chiudi