La Compagnia degli “sdalèn” saluta il suo fondatore, Enrico Carboni

2017/04/26, Vergato – La Compagnia degli “sdalèn” vuole salutare Enrico Carboni, il suo fondatore, assieme ad Alfredo Marchi.

Nata dalla voglia di conservare un patrimonio in via di “estinzione” il pilastrino o sdalèn come voleva Enrico o sdaleen come diceva Alfredo, una diatriba rimasta irrisolta. La compagnia formatasi in via spontanea è sempre cresciuta arrivando ad avere un calendario dei lavori sempre pieno, spesso sollecitata dagli abitanti che avevano vicino a casa o lungo il percorso un pilastrino in pericolo. Questa attività che andava ad aggiungersi all’importante opera di censimento dei pilastrini da Sasso Marconi a Pistoia (?) è iniziata a Labante con l’appoggio dell’ex sindaco Chiari per arrivare al 2016 con il secondo pilastrino di Castelnuovo. Nel frattempo ad aggiungersi al gruppo di esperti nel trattare questo tipo di intervento con il recupero delle immagini affidate a laboratori ceramisti faentini, ha trovato sul suo percorso un’inno appropriato “Madonnina dai riccioli d’oro”, ascoltata per caso dalla moglie Francesca e proposta ad Enrico per diventare l’inno ufficiale ad ogni inaugurazione.

Quello che propongono i componenti della Compagnia è l’ultimo filmato dove sono racchiuse tutte le peculiarità di questa straordinaria compagine che non ha mai esitato ad assecondare il suo “capitano”.

Alcune immagini

.

.

.

.

.

.

 

Comments are closed.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
%d bloggers like this:

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera,
acconsenti all'uso dei cookie.
Maggiori informazioni

Dati personali raccolti per le seguenti finalità ed utilizzando i seguenti servizi

  • Statistica - Wordpress Stat
    Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo
La privacy policy completa può essere consultata alla pagina dedicata.

Chiudi