“Borghi in arte”: decima edizione per la manifestazione artistica nel borgo medievale di Predolo a Camugnano

2018/07/20, Camugnano-Predolo  – “Borghi in arte”: decima edizione per la manifestazione artistica ospitata dal borgo medievale di Predolo a Camugnano. 

Decima edizione di “Borghi in arte” nel suggestivo borgo di Prodolo, vicino a Camugnano. 

Si terrà il 21 e il 22 luglio a Camugnano, nel suggestivo borgo di Predolo, la decima edizione di “Borghi in arte”, la manifestazione dedicata alle arti figurative patrocinata dall’Unione dei comuni dell’Appennino bolognese, dai comuni di Camugnano e Grizzana Morandi e organizzata in collaborazione con la Polisportiva di Campolo.

Il programma prevede alle ore 17 di sabato 21 luglio la presentazione delle opere in arenaria e marmo di Carrara dello scultore Luigi Faggioli che le ospita nel suo giardino a Predolo e a seguire un rinfresco. Non è un caso che l’artista abbia deciso di risiedere e lavorare qui: il piccolo borgo di Predolo infatti risale al quindicesimo secolo e sorge tra Campolo e Montovolo, non molto distante dal più celebre borgo la Scola. Anche qui i maestri comacini hanno lasciato tracce del loro talento architettonico.

Faggioli è molto conosciuto in Appennino, dal momento che i suoi lavori hanno arricchito diversi borghi della zone: basti pensare alle sue fontane a Vidiciatico e a Tolè, mentre sono diverse le sculture ospitate da aziende lcoali quali l’IMA, la Palmieri e la Silmac.

Durante la due giorni sarà inoltre possibile apprezzare le opere delle pittrici Anna Rita Morara (tecniche miste e gessetto) e Tiziana Salvi (acrilici su tela). Domenica 22 luglio alle 17 è prevista invece una conferenza del professor Graziano Baccolini. Docente di chimica all’Università di Bologna, Baccolini è un appassionato studioso della storia del territorio, di Montovolo in particolare, e delle sue origini etrusche. L’incontro verterà in particolare sulle tesi del professore il quale sostiene, sulla base delle ricerche e delle analisi chimiche da lui effettuate, che l’acqua della sorgente degli Sterpi, vicino Montovolo, abbia proprietà curative legate alla sua composizione e contrasti l’invecchiamento e la sterilità femminile.

Fonte e foto; Ufficio Stampa Unione dei comuni dell’Appennino bolognese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Al fine di evitare spam tra i commenti vi invitiamo ad inserire la stringa che vedete qui rappresentata nello spazio successivo.

Gentilmente scrivi le lettere di questa immagine captcha nella casella di input
 = 
Grazie della collaborazione.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera,
acconsenti all'uso dei cookie.
Maggiori informazioni

Dati personali raccolti per le seguenti finalità ed utilizzando i seguenti servizi

  • Statistica - Wordpress Stat
    Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo
La privacy policy completa può essere consultata alla pagina dedicata.

Chiudi