“L’Eco della Musica” e “Infrasuoni” – Al via le attese manifestazioni musicali

Programma_Eco2016 - 0001 copia 2016/06/08, Vergato – “L’Eco della Musica” e “Infrasuoni” – Al via le attese manifestazioni musicali dell’estate in Appennino. Da giugno ad agosto 12 concerti con artisti di fama internazionale alla scoperta dei luoghi incantati e delle emergenze architettoniche della montagna bolognese.

8 giugno 2016 – Tornano a risuonare nell’Appennino bolognese le note de “L’Eco della Musica” e “Infrasuoni”, le due manifestazioni organizzate dall’Unione Comuni Appennino bolognese, che, grazie al successo di pubblico, si sono affermate, negli anni, tra i principali appuntamenti musicali dell’estate in montagna.

Confermata la “formula” delle precedenti edizioni, con la Direzione artistica di Claudio Carboni e Carlo Maver e il coinvolgimento dei Comuni interessati, per due rassegne capaci di coniugare la proposta di appuntamenti con artisti di assoluta qualità, accomunati dall’originalità delle loro miscele sonore, e il fascino delle “location” scelte per i concerti. Ambienti naturali di grande fascino, come Monte Sole e il Lago Scaffaiolo nel Parco del Corno alle Scale, borghi suggestivi, Liserna, e le emergenze architettoniche che incantano il visitatore lungo le strade e i percorsi dell’Appennino: la Rocchetta Mattei, la Chiesa di Riola, progettata dall’architetto Alvar Aalto.

Loc_Infrasuoni16A pochi giorni dallo storico concerto dei Tuxedomoon dell’8 giugno (ore 21) al Cinema Nuovo di Vergato (anteprima d’eccezione di “Infrasuoni”), il “programma” dell’estate musicale nella montagna bolognese entra nel vivo con l’avvio de “L’Eco della Musica”, Festival ecologico musicale dai crinali degli Appennini.

Sabato 11 giugno, alle ore 17, a esibirsi a Monte Sole (Marzabotto) saranno le Assurd, formazione di voci femminili, con un repertorio di musica popolare basato sulla tradizione folk del sud Italia che propongono con successo in giro per il mondo. Cristina Vetrone, voce e organetto; Lorella Monti, voce; Enza Prestia, voce e percussioni.

Secondo appuntamento del Festival, venerdì 17 giugno, ore 21, nella cornice suggestiva della Rocchetta Mattei, con il Duo Apolide formato da Carlo Maver (bandoneon e flauto) e Marco Colonna (clarinetto basso e clarinetti). Privi di cittadinanza musicale, viaggiatori poetici e instancabili di melodie e ritmi del Mondo, cantastorie del respiro fatto di legno e mantice i due artisti mettono la loro storia l’uno nelle mani dell’altro trasformandole in un viaggio fatto di danze, immagini e ricordi.

Sabato 18 giugno, ore 17.30, a Riola, nella Chiesa di Alvar Aalto, saranno di scena I Cantori Gregoriani (Angelo Corno, Enrico De Capitani, Giorgio Merli, Alessandro Riganti, Francesco Spadari, Roberto Spremulli) un gruppo vocale a voci virili, diretto dal fondatore Fulvio Rampi, che, dal 1985, si dedica allo studio e alla diffusione del canto gregoriano. L’intervento dei Cantori è inserito nella Liturgia.

Quarto appuntamento con “L’Eco della Musica”, domenica 19 giugno, ore 14, all’antica Chiesa di Montovolo. Dopo la visita guidata a cura di Renzo Zagnoni, alle ore 15.30, concerto delle Bisserov Sisters, rinomata formazione bulgara, composta da quattro sorelle (Lyubimka Lazarova Biserova, Mitra Lazarova Stoimenova, Vera Stefanova Ignatova, Rositsa Stefanova Stoimenova) il cui repertorio include le caratteri­stiche musicali tipiche del dialetto po­polare della regione dei Pirin (Bulgaria).

Venerdì 8 luglio, al Rifugio Segavecchia, Pianaccio (Lizzano in Belvedere), alle ore 21, Elias Nardi in concerto presenta il nuovo Lp “Flowers of Fragility”, sorta di sofi­sticata “opera aperta” nella quale all’ethno-ja­zz si affiancano reminiscenze mediorientali, atmosfere psichedeliche, improvvisazioni e mini-suite care all’estetica progressive. Elias Nardi, oud; Carlo La Manna, basso.

Sabato 9 luglio il Festival si sposta al Rifugio Lago Scaffaiolo, nel Parco del Corno alle Scale, dove, alle ore 21, si esibisce il Duo Benigni-Rocca, Paolo Rocca (clarinetto) e Fiore Benigni (organetto), in un concerto ricco di capovolgimenti ritmici e inedite vie di fuga, fra tradizione e sonorità contemporanee.

Stessa location, domenica 10 luglio, per l’ultima data de “L’Eco della Musica”, con il tradizionale concerto mattutino (ore 7) che vedrà protagonista Fausto Beccalossi, uno dei più affermati fisarmo­nicisti a livello europeo che presenterà in solo “My Time”.

Per gli amanti del trekking, la possibilità di vivere la “tre giorni” in quota con pernottamento l’8 luglio presso il Rifugio Segavecchia (prenotazioni: mob. 347 6531850; info@rifugiosegavecchia.it), spostamento il 9 luglio (ore 14), con guida, percorrendo il Sentiero Monte Grossi fino al Lago Scaffaiolo (costo trekking, 10 euro, percorrenza circa 3 ore e mezza, per escursionisti esperti) dove sarà possibile pernottare presso il Rifugio Scaffaiolo (prenotazioni: mob. 347 7129414).

Tutti i concerti de “L’Eco della Musica” sono gratuiti. E’ gradita una donazione a Emergency. 

Altrettanto ricco e interessante il programma di “Infrasuoni”, Rassegna di nuovi orizzonti sonori, che, dopo l’anteprima dei Tuxedomoon, riprende il 7 luglio (ore 21) al Parco Peppino Impastato di Marzabotto, con l’esibizione del cantautore bolognese Mirco Menna che presenta il suo nuovo lavoro “Il senno del pop”. Con lui sul palco: Camilla Missio (basso), Roberto Rossi (percussioni), Massimo Tagliata (fisa e tastiere), Maurizio Piancastelli (tromba). In caso di maltempo il concerto si terrà presso la Casa della Memoria e della Cultura di Marzabotto.

Secondo appuntamento lunedì 1 agosto, nel Piazzale della stazione di Riola (ore 21), con il concerto “Secondo a nessuno”, affascinante rilettura delle musiche del principe del “liscio” Secondo Casadei. Sul palco: Claudio Carboni (sax), Daniele Donadelli (Fisarmonica), Maurizio Geri (chitarra e voce) e Michele Marini (clarinetto).

Nella giornata successiva, il 2 agosto, (ore 21) a Cereglio, Suzzano, esibizione del Coro Farthan, diretto da Elide Melchioni, con un programma di canti di tradizione orale, italiani e non.

A chiudere l’edizione 2016 di “Infrasuoni”, martedì 9 agosto, alle 21, nel borgo di Liserna (Vergato), il concerto del  Duo Alcaravan (Colombia) con Elvis Diaz, campione dell’arpa llanera, evocativo strumento della sua terra con il quale ha vinto praticamente tutti i concorsi dedicati e Julio Panadero (clarinetto).

L’ingresso ai concerti di “Infrasuoni” è gratuito ad eccezione dell’esibizione dei Tuxedomoon dell’8 giugno.

Per informazioni e prenotazioni relative alle due manifestazioni:

Marco Tamarri +39 340 1841931

marco.tamarri@unioneappennino.bo.it

Programma_Eco2016

 

WP2FB Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
%d bloggers like this:

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera,
acconsenti all'uso dei cookie.
Maggiori informazioni

Dati personali raccolti per le seguenti finalità ed utilizzando i seguenti servizi

  • Statistica - Wordpress Stat
    Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo
La privacy policy completa può essere consultata alla pagina dedicata.

Chiudi