L’Antico Appennino di Luigi Fantini in mostra ai Fienili del Campiaro

.

.

2016/07/20, Grizzana Morandi – Fienili del Campiaro, Grizzana Morandi – Bologna – 30 Luglio / 30 Settembre 2016 – Inaugurazione 30 Luglio ore 19,30

Sabato/Domenica ore 11,00-13,00/15,00-18,00 ingresso libero

Ente promotore: Comune di Grizzana Morandi con il patrocinio di: Unione dei Comuni dell’Appennino Bolognese
Città metropolitana di Bologna – Regione Emilia Romagna
Accademia di Belle Arti di Bologna
Trasguardo/direzione artistica: Eleonora Frattarolo
A cura di: Luciano Leonotti
Ente prestatore: Archivio Fotografico Fondazione Carisbo
Organizzazione: Francesco Francia, Stefania Fabbri

Unitamente a Ghirri incontra Morandi il 30 Luglio 2016 nei Fienili del Campiaro si inaugura L’Antico Appennino di Luigi Fantini.

Nell’ambito delle attività culturali della Casa Studio Giorgio Morandi e dei Fienili del Campiaro le fotografie di Luigi Fantini (Farneto di San Lazzaro di Savena 1895 – 1978 Bologna) costituiscono un ponte con un passato che ci sembra importante ricordare e custodire, perché ci appaia in tutta la sua estensione culturale l’opera di restauro e di recupero e di conservazione che ci rende possibile ancor oggi vivere e guardare gli edifici  e i paesaggi che esse rappresentano, come testimoniano gli stessi Fienili  che le ospitano. Oltre a ciò queste stampe ci raccontano un patrimonio artistico indivisibile dai modi di vita di chi lo viveva, una cultura materiale, un frammento importante di storia di quell’architettura rurale che la cultura a noi contemporanea ha valorizzato pur tra tante difficoltà, individuando in essa saggezza e qualità costruttiva, profonda armonia con la terra e il paesaggio, modelli abitativi implicati nelle abitudini delle comunità, che molto hanno da insegnare all’odierna edilizia e in fondo anche a tanta architettura delle grandi firme. Luigi Fantini appartenne a una famiglia di carbonai e boscaioli che fin dalla metà del Settecento viveva a Monterenzio, in Val d’Idice, e fino ai trent’anni abitò in Val di Zena, al Farneto. Ricercatore degli usi, dei costumi, della flora, della fauna, dell’archeologia, della struttura geominerale dell’Appennino, speleologo scopritore delle grotte del Farneto, scopritore degli utensili silicei del paleolitico antico dell’Appennino bolognese che costituiscono i primi reperti del genere in Europa, nel 1939 decise di trasformarsi in una specie di fotografo ambulante per ritrarre tutte le case antiche che gli fosse stato possibile individuare. Dopo la falcidie della seconda guerra mondiale, e dopo i profondi cambiamenti della società italiana nel dopoguerra, l’opera di Luigi Fantini, realizzata spostandosi in bicicletta per le valli e le strade dell’Appennino, avendo come compagna una macchina fotografica a lastre formato 10×15 munita di un Tessar Zeiss f/1.4,5 ci appare come un’eroica manifestazione d’amore per questa terra e per il lavoro che l’umanità d’allora è stata in grado di lasciare all’umanità di oggi. Autodidatta d’eccezione, Luigi Fantini fu archivista capo del Comune di Bologna ed assistente al Museo Civico. E’ stato autore di numerose pubblicazioni, tra cui Antichi edifici della montagna bolognese, di straordinaria portata documentaria.

.

.

.

.

.

.

Le fotografie sono realizzate con una metodologia catalogatrice, l’inquadratura privilegia l’aspetto architettonico più rilevante e significativo e l’ambiente circostante è ridotto al minimo, tranne in rari casi dove il manufatto domina passi o vallate, come le case torri. E’ un bianco e nero scarno, asciutto, senza uso di filtri giallo-arancione che enfatizzino i cieli, spesso scattate senza la precisione ortogonale necessaria. E’ una fotografia “di passo”, di un viaggiatore che percorre le dorsali, in bicicletta, per scoprire questo medioevo arrivato fino a noi relativamente intatto. A volte sono inseriti degli abitanti che seduti davanti alla propria casa fanno da testimoni del tempo, perché queste pietre organizzate senza intonaco, tenute insieme come un lego ancestrale, riescono a proiettarci in una dimensione davvero magica.

Questo evento si svolge in contemporanea con Stanze della meraviglia. Esotismo Fantastico Incanto nella Rocchetta Mattei nel territorio di Grizzana Morandi, a 45 minuti da Bologna.

Per informazioni: www.comune.grizzanamorandi.bo.it  3209455295

Strada Provinciale 62, 40030 Grizzana Morandi Bologna

In auto: da Bologna autostrada A1 fino a Rioveggio poi verso Grizzana e a 700 metri dal paese in direzione Vergato, Casa Studio Giorgio Morandi e i Fienili del Campiaro. Servizio Taxi prenotabile Cumani&Verardi 3392274307, Montebugnoli Gianfranco 3457001015

Ufficio stampa: Laboratorio delle Parole di Francesca Rossini – Bologna (I) Lugano (CH) notizie@laboratoriodelleparole.net – tel (+39) 335 5411331 e  (+ 39) 339 8762443

Fonte; Ufficio stampa Unione Comuni Appennino bolognese

 

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
%d bloggers like this:

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera,
acconsenti all'uso dei cookie.
Maggiori informazioni

Dati personali raccolti per le seguenti finalità ed utilizzando i seguenti servizi

  • Statistica - Wordpress Stat
    Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo
La privacy policy completa può essere consultata alla pagina dedicata.

Chiudi