Giuseppe Argentieri – Ospedale di Vergato, da “L’oro del Reno” Numero 2 – Dicembre 2017

2017/12/29, Vergato – Riceviamo e pubblichiamo un’articolo di Giuseppe Argentieri sull’Ospedale di Vergato, tratto da “L’oro del Reno” Numero 2 – Dicembre 2017.

In data 15 settembre 2017 è stato approvato dal Comitato di Distretto Sanitario, il Piano di Riordino d e l l ’ Assistenza Territoriale ed Ospedaliera nel Distretto dell’Appennino Bolognese, piano che prevede profonde modifiche nell’offerta sanitaria erogata dagli Ospedali di Porretta e Vergato.
I cambiamenti ritenuti più impattanti sull’operatività ospedaliera sono sicuramente quelli che riguardano
il nosocomio di Vergato, struttura che sarà prevalentemente orientata alle cure intermedie, mantenendo
le funzioni di ospedale per acuti solo per persone e problemi sanitari compatibili con ricoveri trattabili in
reparti di medicina interna e lungodegenza, trasferendo quindi l’attività chirurgica di Ortopedia presso la struttura di Porretta.
Nel documento di riordino si legge, come grande risultato conseguito, che verrà mantenuto il servizio di pronto soccorso/emergenza in h24, sottolineando come questo verrà gestito da medici dell’area dell’Emergenza con una forte collaborazione dei medici e degli infermieri operanti nei reparti, cosa questa già in essere da molto tempo. Di fatto quindi l’Ospedale di Vergato si avvia verso la trasformazione in Ospedale di Comunità (OSCO) con il consolidamento del sistema delle cure intermedie, in particolare per l’attività riabilitativa. A tal fine verranno riviste anche le caratteristiche dei posti letti, posti letti che verranno in parte riconvertiti ed aumentati nel loro complesso di 5 unità. Peccato che tutto questo non rispecchi la volontà ed il desiderio dei cittadini-utenti-pazienti della struttura vergatese.


Nei vari incontri con i cittadini che i comitati in difesa dell’Ospedale hanno organizzato, culminati nella
manifestazione con processione dalla sede del Comune di Vergato fino all’Ospedale stesso, il messaggio è sempre stato forte e chiaro, cioè di NON trasferire assolutamente il reparto chirurgico di Ortopedia da Vergato a Porretta, in sostanza di lasciare l’operatività e le caratteristiche dell’Ospedale di Vergato
inalterate, richiesta questa inascoltata e disattesa dall’attuale Piano di Riordino.
In data 12 Aprile si è svolto un Consiglio Comunale aperto al pubblico in cui il Sindaco del Comune di Vergato ed il Presidente del Distretto socio-sanitario si sono fatti carico di queste richieste,
garantendo che avrebbero concordato modifiche alla bozza presentata nella direzione richiesta, escludendo però qualunque figura civica al tavolo delle trattative con l’Azienda USL, ma garantendo comunque un confronto costante e una puntuale informazione sull’avanzamento del piano stesso, cosa
questa mai avvenuta.


I dati ufficiali riportati nel documento di Riordino Ospedaliero non giustificano, a mio avviso, questo cambiamento, ma anzi gettano ampie ombre sul futuro dell’assistenza ospedaliera del Medio e Alto Reno e si fanno forza anche di problematiche strutturali che necessitano di delucidazioni:
– cosa vuol dire che le sale operatorie della struttura di Vergato non sono antisismiche? Una struttura o è tutta a norma o non lo è, non mi risulta che un piano superiore in caso di crollo non coinvolga anche i piani inferiori;
– come farà il servizio di pronto soccorso/emergenza a mantenere nel la sua operatività in h24, considerando che questa è quantificata in base agli accessi degli utenti, se è privato dei reparti operativi, anche in considerazione del fatto che già attualmente molti codici rossi ospedalizzati dal 118 vengono
centralizzati presso l’Ospedale Maggiore di Bologna? I dati attuali ci dicono che gli accessi al P.S. di Vergato sono numericamente superiori rispetto al P.S. di Porretta e provengono per un’alta percentuale dai cittadini dei Comuni di Castel d’Aiano, Grizzana Morandi, Vergato e Marzabotto, territori questi che confluiranno su Porretta?
– cosa vuol dire, attraverso esempi medici concreti, che a Vergato rimarrà la chirurgia ortopedica leggera, come dichiarato in consiglio comunale dal Sindaco Massimo Gnudi per difendere il suo operato? Fino a prova contraria esiste la chirurgia ambulatoriale che si può tranquillamente svolgere anche in stanze idonee poste al di fuori di un ospedale;
– quali saranno i numeri di interventi che garantiranno nel tempo la sopravvivenza delle diverse branche
chirurgiche presso l’Ospedale di Porretta Terme? Ritengo superfluo ricordare che fino ai primi anni settanta si partoriva sia a Vergato che a Porretta, attualmente si partorisce in Porrettana se non si arriva in tempo all’Ospedale Maggiore.
A tal proposito io, congiuntamente ai colleghi delle altre minoranze del Comune di Vergato, abbiamo
chiesto al Sindaco Massimo Gnudi un consiglio comunale straordinario aperto ai cittadini, dove relazioni alla popolazione lo schema del piano di riordino ospedaliero e le motivazioni per le quali si è giunti ad una scelta unanime dello stesso da parte dei sindaci del distretto socio-sanitario.
Ritengo che sia necessario ed ineludibile, da parte dell’Amministrazione Comunale di Vergato, fornire
concretamente un percorso trasparente e partecipato di verifica e controllo dei dati che verranno prodotti in questi tre anni di applicazione del Piano di Riordino, prevedendo anche delle possibili rivisitazioni e “marce indietro” dal futuro ipotizzato, al fine di non tradire, come ama dire il Sindaco Gnudi, il mandato che gli è stato conferito dai cittadini del Comune di Vergato.

L’Oro del Reno in pdf: 20171222_L’Oro del Reno Nr.2-Dicembre 2017

Comments are closed.

WP2FB Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
%d bloggers like this:

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera,
acconsenti all'uso dei cookie.
Maggiori informazioni

Dati personali raccolti per le seguenti finalità ed utilizzando i seguenti servizi

  • Statistica - Wordpress Stat
    Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo
La privacy policy completa può essere consultata alla pagina dedicata.

Chiudi