“Mettiamo in rete la Via degli Dei” – Volontari ripristinano i sentieri

2018/03/22, Bologna – VOLONTARI EMILIANI E TOSCANI AL LAVORO PER RIPRISTINARE I SENTIERI DELLA VIA DEGLI DEI  RESI IMPRATICABILI DALLE ABBONDANTI NEVICATE 

– Dall’unione delle forze per consentire lo svolgimento della seconda edizione  Ultra-Trail® Via degli Dei e prima edizione Flaminia Militare Trail, nasce il comitato “Mettiamo in rete la Via degli Dei”  –

Bologna, 22 marzo 2018 –  “L’esperienza di questi giorni -afferma Riccardo Cavara, Presidente Associazione Sportiva Dilettantistica Ultra-Trail® Via degli Dei di Monterenzio (BO) – dove    abbondanti nevicate hanno reso inagibili tratti considerevoli del sentiero della Via degli Dei che il 14 e 15 aprile p.v. ospiterà la  seconda edizione Ultra-Trail® Via degli Dei e prima edizione Flaminia Militare Trail , sul versante emiliano e toscano,  è la riprova del valore inestimabile del contributo dei volontari e delle istituzioni  in presenza anche di eventi naturali sfavorevoli. L’impegno dei volontari della Associazione Sportiva Dilettantistica Ultra-Trail® Via degli Dei di Monterenzio (BO) organizzatrice delle gare – precisa – unitamente al pronto intervento delle Pro Loco del  territorio emiliano , Comune di Fiesole, Pro Loco toscane e CAI di Firenze, che si può rilevare dalla documentazione fotografica allegata , renderà possibile lo svolgimento  degli eventi sportivi che ci vedono impegnati da oltre un anno per la loro realizzazione. Tutto questo grazie al contributo di uno straordinario patrimonio umano che ha messo in risalto la necessità e l’’importanza di unire le forze per il raggiungimento di obiettivi comuni”.

Sullo stesso tema si registra la dichiarazione di Giancarlo Tellini che insieme a Piero Lazzerini coordina il “Gruppo Sentieri” della sezione di Firenze del CAI “Il Club Alpino ritiene  che la promozione dei cammini e di ogni percorso escursionistico è un aspetto importantissimo per la valorizzazione del territorio – sottolinea – Sono necessari però alcuni presupposti  che consentono di generare valore; implicazioni che se non esistono producono l’esatto contrario, cioè discredito e danni d’immagine irreparabili. Ciò è ancora più importante se si tratta di sentieri a fondo naturale, come nel caso della Via degli Dei che attraversa la catena montuosa dell’Appennino.  Mi riferisco in primo luogo alla manutenzione dei percorsi per renderli fruibili, eliminando ostacoli quali tronchi, alberi e vegetazione invasiva e facilitando l’orientamento con una segnalazione appropriata e comprensiva. Poi, non secondario, c’è l’aspetto sicurezza che necessita di modalità di richiesta per eventuale intervento di soccorso nonché il contrasto efficace, da parte delle autorità, alla presenza di mezzi motorizzati sui sentieri che sono fonte di pericolo per gli escursionisti. Gli stessi mezzi, peraltro, determinano anche gravi danni al fondo naturale rendendolo disagevole da percorrere ad altri utilizzatori e diffondono una pessima immagine del percorso. E’ fondamentale l’impegno nel tempo degli enti locali, in termini di sensibilità ed economico, nonché di tutti i soggetti coinvolti a vario titolo, imprenditori ma anche associazioni affinché i percorsi  mantengano la loro integrità. E’ importante – conclude – “fare squadra” con rispetto reciproco  e collaborazione.

Da questa esigenza condivisa – dichiara Cavara- nasce il progetto per la costituzione del Comitato “Mettiamo in rete la Via degli Dei” aperto a Istituzioni pubbliche e private, associazioni, Pro Loco, aziende di ogni ordine merceologico presenti sul territorio e a tutti coloro che si riconoscono negli obiettivi che nel gennaio 2016 hanno visto nascere  l’Associazione Sportiva Dilettantistica Ultra Trail Via degli Dei di Monterenzio (BO). Nello specifico : incentivare la partecipazione a una disciplina sportiva che oggi raccoglie migliaia di appassionati di corsa in ambiente naturale, valorizzare  l’’aspetto turistico, storico e archeologico del territorio, correre e camminare nella storia, creare opportunità per la conoscenza di luoghi visibili esclusivamente a velocità d’uomo in ambienti unici e di straordinaria bellezza, favorire la domiciliarietà di coloro che intendono abitare nei territori montani dell’appennino emiliano-toscano, in particolare i giovani per garantire con la loro presenza un futuro di vita alle località attraversate dalla “variante di valico naturale”. Il primo impegno che il neonato Comitato dovrà assumersi – conclude Cavara – sarà l’elaborazione di un calendario  di eventi organizzati dal 1 gennaio al 31 dicembre 2019 nei territori attraversati dalla Via degli Dei e Flaminia Militare che andrà promosso, da tutti i suoi componenti,   in Italia e all’estero attraverso l’utilizzo preferenziale dei social “. 

Per adesioni e informazioni : Riccardo Cavara Presidente Ultra-Trail® Via degli Dei A.S.D. Via Caduti di  Cefalonia, 3 40050 Monterenzio (Bologna) Sito Web: www.ultratrailviadeglidei.com 

e-mail: info@ultratrailviadeglidei.com

Fonte; Ufficio stampa Fausto Cuoghi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Al fine di evitare spam tra i commenti vi invitiamo ad inserire la stringa che vedete qui rappresentata nello spazio successivo.

Gentilmente scrivi le lettere di questa immagine captcha nella casella di input
 = 
Grazie della collaborazione.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera,
acconsenti all'uso dei cookie.
Maggiori informazioni

Dati personali raccolti per le seguenti finalità ed utilizzando i seguenti servizi

  • Statistica - Wordpress Stat
    Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo
La privacy policy completa può essere consultata alla pagina dedicata.

Chiudi