Quando incontrai Gino Bartali, di Franco Pezzulli

2018/04/28, Vergato – Quando incontrai Gino Bartali.

Franco Pezzulli – storico dello sport vergatese, racconta…

ln occasione dei Campionati mondiali di ciclismo su strada IMOLA 1° Settembre 1968, fu una giornata memorabile che vide vincitore Vittorio Adorni sul circuito dei “Tre monti” con un distacco di 9’50” sul secondo Van Springhel (Belgio) e oltre 10′ Michele D’Ancelli a seguire Vito Taccone, Franco Bitossi, Felice Gimondi, Raimond Pulidor e all’ottavo Eddy Merckx.
ll percorso fu talmente selettivo che gli arrivati furono solo 19.
Nella sala stampa del circuito alla quale io ero presente, ebbi l’onore di sedere accanto a Gino Bartali con il quale mi intrattenni una decina di minuti, durante la nostra conversazione si parlò delle sue imprese e che io ero stato un suo tifoso.
Mi chiese dove abitavo, io risposi a Vergato (BO), lui questo paese se lo ricordava perché qualche anno prima aveva visitato Ia casa di un altro ciclista di nome Floriano Corsini, all’epoca, quest’ultimo era un dilettante che andava forte, vincitore di diverse corse in Toscana.
Bartali lo voleva convincere a passare professionista nella sua Legnano ma non se ne fece nulla anche perché Floriano aveva già programmato il suo avvenire. Ci lasciammo cordialmente e sul biglietto d’ingresso alle tribune mi dedicò il suo autografo.
Ora a 50 anni da quell’evento il giro d’ltalia partirà venerdì 4 Maggio da Gerusalemme (lsraele) tappa dedicata interamente a Gino Bartali per essere iscritto nel “Giardino dei giusti” avendo salvato durante la Guerra rnoltissimi ebrei dalla deportazione e morte certa.
ll 17 Maggio il giro farà tappa ad lmola con il Circuito finale dei “Tre monti” ricordiamo che Vittorio Adorni nel 1955 ed il nostro Alfonso Calzolari 1914 furono gli unici due emiliani a vincere un Giro d’ltalia. Dal 1968 fu istituito anche una corsa podistica internazionale dei “Tre monti” di cui la nostra Società podistica partecipa in massa annualmente dal 1973. GIi iscritti a questa competizione si aggirano intorno ai 4.000 podisti, con partenza ed arrivo nel circuito dell’autodromo “Dino Ferrari”. Ancora prima del 1968 diversi nostri raduni ciclistici avvenivano presso questo circuito di Km. 15,400.

Fonte; Foto e testo di Franco Pezzulli, storico dello sport vergatese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Al fine di evitare spam tra i commenti vi invitiamo ad inserire la stringa che vedete qui rappresentata nello spazio successivo.

Gentilmente scrivi le lettere di questa immagine captcha nella casella di input
 = 
Grazie della collaborazione.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera,
acconsenti all'uso dei cookie.
Maggiori informazioni

Dati personali raccolti per le seguenti finalità ed utilizzando i seguenti servizi

  • Statistica - Wordpress Stat
    Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo
La privacy policy completa può essere consultata alla pagina dedicata.

Chiudi