“Svelato il carteggio tra Manzù e Bertocchi: in mostra a Monzuno le lettere ritrovate”

2018/06/19, Monzuno – Svelato il carteggio tra Manzù e Bertocchi: in mostra a Monzuno le lettere ritrovate. 

Si intitola “Bertocchi e Manzù: un amicizia tra le carte” la mostra che sarà inaugurata sabato 16 giugno a Monzuno e che presenta lettere, fotografie, documenti e articoli che aiutano a delineare meglio la personalità di Nino Bertocchi.

Non tutti sanno che tra i grandi meriti di Nino Bertocchi, uno dei più grandi paesaggisti del ventesimo secolo, ci fu anche quello di aver scoperto il talento di Giacomo Monzù. Grazie alla Fondazione Archivio Bertocchi – Colliva, che ha dato avvio al riordino del materiale archivistico del fondo privato della famiglia, e alla collaborazione del Comune di Monzuno, gli storici e gli appassionati di pittura potranno conoscere la loro amicizia attraverso un carteggio che rappresenta uno dei punti di interessi della mostra documentaria “Bertocchi e Manzù: un’amicizia tra le carte” che sarà inaugurata a Monzuno, presso la Sala Ivo Teglia, sabato 16 giugno alle 10,30.

La mostra presenta ai visitatori lettere, ma anche fotografie, documenti e articoli che aiutano a delineare la personalità di Bertocchi, ingegnere, pittore, critico d’arte.

Il fondo archivistico della fondazione, non ancora riordinato interamente, è composto da circa 95 buste, suddivise in varie serie: la corrispondenza, le fotografie, il materiale relativo alla causa per l’appartenenza delle opere e la nascita della Fondazione, lastre in zinco di opere di Bertocchi e della Colliva, miscellanea di scritti vari, una piccola biblioteca composta da circa un centinaio libri e un piccolo fondo aggregato (3 buste) donato da Don Dario Zanini.

Il lavoro degli archivisti si è concentrato nell’individuare le serie e raggruppare il materiale: la serie più cospicua è rappresentata dalla corrispondenza. Parte del materiale era già stata ordinato e numerato probabilmente dalla vedova di Bertocchi, Renata Colliva, ma la maggior parte del lavoro è ancora in via di sistemazione.

Il materiale è, per la maggior parte, in buone condizioni; dove è stato possibile si è mantenuto l’ordine originario.

Con questa mostra, organizzata con la Fondazione Archivio Bertocchi-Colliva, vogliamo permettere agli studiosi, agli appassionati di pittura ma anche ai semplici cittadini di conoscere meglio la figura di Nino Bertocchi, un’artista che ha amato molto l’Appennino e del quale Monzuno ha l’onore di ospitare una pinacoteca” spiega il vicesindaco di Monzuno Ermanno Pavesi “Ma è solo il primo passo: una volta inventariato e ordinato tutto il materiale vogliamo renderlo consultabile previa prenotazione presso l’Archivio Bertocchi Colliva, ma anche renderlo disponibile online dopo averlo digitalizzato”.

La mostra sarà visitabile martedì, giovedì, sabato e domenica dalle 10 alle 12 fino al 1°luglio.

Fonte e foto; Ufficio Stampa Unione dei comuni dell’Appennino bolognese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Al fine di evitare spam tra i commenti vi invitiamo ad inserire la stringa che vedete qui rappresentata nello spazio successivo.

Gentilmente scrivi le lettere di questa immagine captcha nella casella di input
 = 
Grazie della collaborazione.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera,
acconsenti all'uso dei cookie.
Maggiori informazioni

Dati personali raccolti per le seguenti finalità ed utilizzando i seguenti servizi

  • Statistica - Wordpress Stat
    Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo
La privacy policy completa può essere consultata alla pagina dedicata.

Chiudi