6-6-2020 Coronavirus in Appennino e in Italia – I dati di oggi e come trovare mascherine a 50 cent.

2020/06/06, Vergato – PAGINA IN AGGIORNAMENTO CONTINUO con i dati che arrivano dalle ore 17,30 alle 21,00.

Ricaricare la pagina per vedere gli aggiornamenti.

Aggiornamento situazione dell’epidemia in Appennino con i dati Ausl, Regione Emilia Romagna e Protezione Civile e le videoconferenze o i messaggi video del giorno.

Foto di copertina: Personale dell’Ospedale di Vergato Covid Resort, immagini di repertorio.

Emilia Romagna4 nuovi decessi: un uomo e tre donne. Complessivamente, in Emilia-Romagna i decessi sono arrivati a 4.171.

Italia: i deceduti sono 72 e portano il totale a 33.846.

MASCHERINE 
 Il Comune di Vergato informa i cittadini sulla possibilità di acquisto di nuove mascherine al prezzo stabilito dal Governo:
Da giovedì 4 giugno a mercoledì 10 giugno, collegandosi al sito https://stop-covid.macron.com/comune-bologna/it/ e registrandosi con credenziali e codice fiscale, tutti i residenti nei Comuni della Città metropolitana di Bologna, quindi anche i residenti nel Comune di Vergato, potranno acquistare le mascherine in confezioni da 50 pezzi al prezzo di legge di 25 euro.
Si potranno acquistare al massimo due confezioni (100 pezzi).
💳 Il pagamento può essere effettuato con carta di credito, i cui costi di transazione saranno coperti da Macron, che potrà gestire, se richiesta, anche la spedizione a domicilio (al costo di 6,99 euro).
Sarà possibile anche ritirare le mascherine acquistate direttamente presso i Macron Store di Bologna (Galleria Cavour e via Stalingrado) senza costi aggiuntivi.
Iniziativa promossa dal Comune di Bologna in collaborazione con Macron.
ℹ️ Per ulteriori informazioni:
 
Nessuna descrizione della foto disponibile.
 
 
 
Coronavirus, l’aggiornamento: 17 nuovi positivi, di cui 11 asintomatici individuati grazie agli screening regionali. I guariti a quota 21.307 (+109), oltre il 76% dei contagiati dall’inizio dell’epidemia.

Effettuati 4.000 tamponi, per un totale di 351.146, e 2.301 test sierologici. I malati calano ancora: -96. I casi lievi in isolamento a domicilio sono 2.125 (-68), quasi l’88% dei malati. I ricoverati nei reparti Covid scendono a 256 (-25), 35 in terapia intensiva (-3). Quattro nuovi decessi, nessuno nelle province di Reggio Emilia, Modena, Ferrara e in Romagna. Nessun nuovo positivo a Imola e nelle province di Ravenna e Forlì-Cesena.

06/06/2020 16:27

Bologna – Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 27.894 casi di positività, 17 in più rispetto a ieri, di cui 11 persone asintomatiche individuate attraverso l’attività di screening regionale.
I tamponi effettuati sono 4.000, che raggiungono così complessivamente quota 351.146, più 2.301 test sierologici.
Le nuove guarigioni sono 109, per un totale di 21.307: oltre il 76% sul totale dei contagi dall’inizio dell’epidemia. Continuano a calare i casi attivi, e cioè il numero di malati effettivi, che a oggi sono 2.416 (-96 rispetto a ieri).
Questi i dati – accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali – relativi all’andamento dell’epidemia in regione. 
Le persone in isolamento a casa, cioè quelle con sintomi lievi, che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 2.125 (quasi l’88% di quelle malate), -68 rispetto a ieri. I pazienti in terapia intensiva sono 35 (-3). Diminuiscono anche quelli ricoverati negli altri reparti Covid, scesi a 256 (-25).
Le persone complessivamente guarite salgono quindi a 21.307 (+109): 597 “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione, e 20.710 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi.
Purtroppo, si registrano

 4 nuovi decessi: un uomo e tre donne. Complessivamente, in Emilia-Romagna i decessi sono arrivati a 4.171.

Per quanto riguarda la provincia di residenza, 2 si sono avuti in quella di Piacenza, 1 in quella di Parma, 1 in quella di Bologna (nessuno nell’Imolese).  Nessun decesso nelle province di Modena, Ravenna, Forlì-Cesena, Rimini, Reggio Emilia, Ferrara e da fuori regione.
Questi i nuovi casi di positività sul territorio, che invece si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 4.500 a Piacenza (+2), 3.553 a Parma (+6), 4.957 a Reggio Emilia ((+1), 3.926 a Modena (+2), 4.649 a Bologna (+4); 398 a Imola (dato invariato rispetto a ieri); 999 a Ferrara (+1). I casi di positività in Romagna sono 4912 (+1),di cui 1.028 a Ravenna (dato invariato), 944 a Forlì (dato invariato),781 a Cesena (+1) e 2.159 a Rimini (+1)./OC

Emilia Romagna – 

sanitario che esegue vaccinazione

Il Ministero della salute ha pubblicato la Circolare Prevenzione e controllo dell’influenza: raccomandazioni per la stagione 2020-2021, elaborata dalla Direzione Generale della Prevenzione sanitaria.

La Circolare, oltre a contenere informazioni sulla sorveglianza epidemiologica e virologica, fornisce raccomandazioni per la prevenzione dell’influenza attraverso la vaccinazione e le misure di igiene e protezione e raccomanda l’attivazione di campagne di informazione/educazione della popolazione e degli operatori sanitari coinvolti nell’attuazione delle strategie vaccinali.

Dal momento che nella prossima stagione influenzale 2020-2021, non è esclusa una co-circolazione di virus influenzali e SARS-CoV-2, si sottolinea l’importanza della vaccinazione antinfluenzale, in particolare nelle persone ad alto rischio di tutte le età, per semplificare la diagnosi e la gestione dei casi sospetti, dati i sintomi simili tra COVID-19 e Influenza. 
Vaccinando contro l’influenza, inoltre, si riducono le complicanze da influenza nei soggetti a rischio e gli accessi al pronto soccorso. La vaccinazione antinfluenzale può essere offerta gratuitamente nella fascia d’età 60-64 anni.
Per quanto riguarda gli esercenti le professioni sanitarie e socio-sanitarie che operano a contatto con i pazienti e gli anziani istituzionalizzati in strutture residenziali o di lungo degenza, la vaccinazione è fortemente raccomandata nella prospettiva di una iniziativa legislativa che la renda obbligatoria.

Vista l’attuale situazione epidemiologica relativa alla circolazione di SARS-CoV-2, il documento raccomanda di anticipare la conduzione delle campagne di vaccinazione antinfluenzale a partire dall’inizio di ottobre e offrire la vaccinazione ai soggetti eleggibili in qualsiasi momento della stagione influenzale, anche se si presentano in ritardo per la vaccinazione.

Consulta le notizie di Influenza,  le notizie di Vaccinazioni

Vai all’ archivio completo delle notizie

Consulta l’area tematica: InfluenzaVaccinazioni

Protezione Civile – Coronavirus: la situazione dei contagi in Italia

06 giugno 2020 – Meno di 300 pazienti in terapia intensiva.

Continua l’impegno del Dipartimento nelle attività di coordinamento di tutte le componenti e strutture operative del Servizio Nazionale della protezione civile.

In particolare, nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del Coronavirus sul nostro territorio, a oggi, 6 giugno, il totale delle persone che hanno contratto il virus è di 234.801, con un incremento rispetto a ieri di 270 nuovi casi.

Il numero totale di attualmente positivi è di 35.877, con una decrescita di 1.099 assistiti rispetto a ieri.

Tra gli attualmente positivi, 293 sono in cura presso le terapie intensive, con una decrescita di 23 pazienti rispetto a ieri.

5.002 persone sono ricoverate con sintomi, con un decremento di 299 pazienti rispetto a ieri.

30.582 persone, pari all’85% degli attualmente positivi, sono in isolamento senza sintomi o con sintomi lievi.

Rispetto a ieri

i deceduti sono 72 e portano il totale a 33.846.

Il numero complessivo dei dimessi e guariti sale invece a 165.078, con un incremento di 1.297 persone rispetto a ieri.

Nel dettaglio, i casi attualmente positivi sono 19.499 in Lombardia, 4.167 in Piemonte, 2.416 in Emilia-Romagna, 1.164 in Veneto, 785 in Toscana, 245 in Liguria, 2.697 nel Lazio, 1.195 nelle Marche, 738 in Campania, 758 in Puglia, 104 nella Provincia autonoma di Trento, 866 in Sicilia, 161 in Friuli Venezia Giulia, 653 in Abruzzo, 100 nella Provincia autonoma di Bolzano, 28 in Umbria, 60 in Sardegna, 12 in Valle d’Aosta, 91 in Calabria, 121 in Molise e 17 in Basilicata.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
%d bloggers like this:

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera,
acconsenti all'uso dei cookie.
Maggiori informazioni

Dati personali raccolti per le seguenti finalità ed utilizzando i seguenti servizi

  • Statistica - Wordpress Stat
    Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo
La privacy policy completa può essere consultata alla pagina dedicata.

Chiudi