Ferrovia – Affollamento treni e rimborsi Covid-19

2020/09/26, Vergato – Comunicato Stampa n. 9 anno 2020 – Affollamento treni e rimborsi Covid-19.

Nella giornata del 18/09/2020 si è tenuto un incontro di monitoraggio sulle capacità di trasporto in concomitanza con la riapertura delle scuole.
L’azienda ferroviaria sta monitorando i treni più affollati per essere pronti a modificare l’offerta in caso di necessità tenuto conto che sta utilizzando il treno solo il 60/70% degli utenti presenti nello stesso periodo dello scorso anno; tale numero dovrebbe aumentare nelle prossime settimane per la riduzione delle percentuali di utilizzo dello smart working nelle aziende pubbliche e private, nonché per l’inizio delle lezioni universitarie.

Anche se nella prima settimana di riapertura delle scuole non sono state riscontrate particolari violazioni delle norme in materia di utilizzo dei dispositivi di protezione, il Crufer ha ribadito la necessità della continua presenza del personale viaggiante come deterrente soprattutto nei treni più frequentati e ha posto la problematica relativa alle linee ancora sprovviste di SCMT in cui il capotreno ha dei vincoli di secondo agente, che comporta che debba anche prestare assistenza al macchinista in cabina.

Per quanto concerne i ristori previsti dal D.L. rilancio, ci è stato comunicato che sul sito di Trenitalia-Tper sono state pubblicate le indicazioni per la richiesta di voucher per gli abbonamenti sovraregionali che andrà indirizzata “ad una direzione regionale a piacere,” in quanto non esiste più una Direzione Regionale di Trenitalia per l’Emilia-Romagna.
Abbiamo chiesto a Regione e TTX (acronimo per definire Trenitalia-Tper) di riuscire a concordare e individuare, con i “cugini” di Trenitalia, un canale specifico per gli utenti della nostra regione, magari individuando una casella e-mail apposita.

Al termine della riunione, tenuto conto che non è ancora iniziata la distribuzione dei voucher, abbiamo reiterato la richiesta a Regione e Trenitalia-Tper di valutare la possibilità di uno specifico provvedimento per tutti coloro che non hanno potuto utilizzare in queste settimane il voucher per il rinnovo degli abbonamenti annuali.

Progetto GRANDE: I genitori degli studenti under 14 che utilizzano il treno per il tragitto casa-scuola potranno chiedere il rimborso integrale del costo dell’abbonamento: le procedure dovrebbero essere comunicate dalla Regione al più presto, mentre gli studenti che utilizzano esclusivamente l’autobus potranno chiedere il rilascio dell’abbonamento gratuito compilando il modulo presente sul sito https://rogerapp.it/grande/. Nei prossimi incontri chiederemo una soluzione soddisfacente anche per coloro che possono utilizzare solo il ferrobus mensile, in quanto non esiste un titolo di viaggio annuale.

Bologna, 19 settembre 2020
Valerio Giusti – Presidente Crufer

COMITATO REGIONALE DEGLI UTENTI FERROVIARI DELL’EMILIA-ROMAGNA (C.R.U.F.E.R.)
Costituenti: Comitato per la Ferrovia Porrettana – Associazione Utenti BO-VR – Unione Pendolari Piacentini – Comitato Utenti Ferrovia Modena-Carpi-Mantova – Associazione Pendolari Bologna-Portomaggiore – Comitato
Direttissima – Associazione Bologna-Vignola – Comitato Pendolari AV Bologna-Firenze – Cittadinanzattiva – Comitato Pontremolese – Comitato Pendolari RomBO – Federconsumatori – Codacons – U.di.Con.

In copertina – Foto di repertorio

DISSERVIZI 22/09/2020: ritorno alle origini?
Gli utenti della linea Ferroviaria Porrettana non hanno fatto in tempo a festeggiare per il ripristino di tutte le corse presenti pre-covid che sono tornati anche i disservizi.
da Bologna:
– 6343 delle 8:04, ritardo di 29 minuti;
– 6353 delle 13:04, ritardo di 30 minuti.
da Porretta:
– 11430 delle 6:08, ritardo di 7 minuti;
– 6340 delle 6:40, ritardo di 7 minuti;
– 11614 delle 7:50, ritardo di 27 minuti;
– 6342 delle 8:22, ritardo di 23 minuti.

E moltissimi altri treni coi soliti micro-ritardi di 3, 4, 5 minuti
Le cause?? Sempre le stesse !!
Un guasto temporaneo e il solito deviatoio di Sasso Marconi.
Ma……… dall’8 al 16 agosto……. la Linea Porrettana non è stata chiusa per manutenzione delle infrastrutture ? Sembrerebbe proprio di no!!
Le tre ore di sospensione di servizio quotidiano per tutto il periodo covid non erano state chieste da RFI per fare manutenzione? Sembrerebbe proprio di no!!
Trenitalia Tper, RFI e Regione EmiliaRomagna, dovrebbero cercare di rendersi conto che per garantire una dignitosa garanzia di efficienza ad una linea monobinario come la nostra, ricca di pendolari e studenti, occorre una seria riflessione sull’organizzazione e la gestione delle infrastrutture e del materiale rotabile.
In caso contrario, questi estemporanei disservizi, cagioneranno i soliti fastidiosi ritardi a catena e saremo costretti a leggere e rileggere questi dolorosi elenchi di disservizi che umiliano tutti coloro che devono arrivare quotidianamente in orario nei luoghi di lavoro e di studio e non aiuteranno i cittadini della Valle del Reno a sperare in un trasporto ferroviario puntuale ed efficiente.
Vergato 22 settembre 2020 Valerio Giusti
Comitato per la Ferrovia Porrettana

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
%d bloggers like this:

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy.<br>Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera,<br>acconsenti all'uso dei cookie.<br> Maggiori informazioni

Dati personali raccolti per le seguenti finalità ed utilizzando i seguenti servizi

  • Statistica - Wordpress Stat
    Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo
La privacy policy completa può essere consultata alla pagina dedicata.

Chiudi