Luciano Marchi – Nwl nr. 33 Ricordi d’estate

 

NEWSLETTER DEL 04/08/2014
RICORDI D’ESTATE … Si partiva per un mese, un tempo. Non si andava lontano, mai all’estero.
Le nostre erano vacanze di prossimità, spesso di convenienza.
Si tornava, ecco tutto; perché in Italia molti si erano già spostati, nel fermento del boom:
per lavorare.
 
Era una nazione orgogliosa, quella là: con tanto lino e pochi jeans. 
Del resto, ne aveva ben donde: il PIL cresceva a due cifre e l’utilitaria, piccola per carità, era parcheggiata di fronte la casa dei nonni.
Insomma, d’estate si tornava: per ricordare, certo; ma anche per riprendere un discorso antico, quello dei padri e dei figli, tra due generazioni ormai distanti eppure adese, almeno nel dialogo. Agosto era quasi una stagione lunga, fatta di cinema all’aperto (erano pochi i temporali tropicali), granatine, ghiaccioli (allora COF), Mottarelli, Cornetti.  La coppa gelato più grande, manco a dirlo, era quella “del nonno”. 
Allora non capivamo, ma oggi sì. 
E poi ogni anno ci veniva proposto un gioco dell’estate. 
Indimenticabile quello delle due palline mosse su e giù col movimento del polso. Quanti lividi alla mano!
C’erano poi le serate danzanti, con in coda le star del momento. 
Altri tempi? Non solo. 
I grandi, se volevano vendere dischi, dovevano proporli alla clientela. 
Non c’era internet, non esistevano le radio private, così gli acquirenti bisognava raggiungerli dov’erano: in vacanza, appunto.
Ecco allora un trionfo di occhi blu (Lisa li aveva), di parole scritte sulla sabbia (Franco I° e IV° scrivevano di continuo “t’amo”), di Sapori (di sale, questa volta) degustati con una venere che esce dall’acqua. 
Il vento sarebbe comunque cambiato. 
Non sappiamo quando (o perché), ma abbiamo iniziato a guardare altrove. 
Senza nonni, e senza il coraggio per far sì che fossimo noi a sostituirli, si è iniziato a guardare verso spiagge più bianche, mete maggiormente esotiche: obbedendo a edonismi di provincia diventati linguaggio universale.
Sono arrivati i Lati B edizione schiaccianoci (i sederi!) e quei ventri piatti che lo stesso Tiepolo avrebbe scartato. 
Ma tant’è, il mondo globale (e più piccolo) da noi voleva questo: tanto valeva uniformarsi. 
 

Oggi non sappiamo più chi siamo, questo è il punto; e non è solo a crisi. 
Mancano i riferimenti, i comportamenti coerenti, il senso della vita e del ricordo. Occorrerebbe il coraggio di tornare sui propri passi, almeno per capire da dove si è partiti. Si risolverebbero tante cose. 
Si partiva per un mese, un tempo. Sopra i bagagli, c’era la macchina fotografica, caricata con un rullino.
Le pose erano consuete: le mamme con le mani sui fianchi, i bambini a occhi stretti per via del sole in faccia; dietro, il mare, o la casa d’infanzia; di fianco, i nonni.
Ogni anno tornavamo a casa con “inventario” di persone: quelle rimaste o le nuove entrate. 
Lo chiamavamo ricordo, e vive ancora nel cassetto buono. 
Dopo le ferie d’agosto, non mi ricordo più il mare.
Non ricordo la musica, fatico a spiegarmi le cose.
Per restare tranquilla, scatto a mia nonna le ultime pose …
[Chiedi chi erano i Beatles di Norisso e Gaetano Curreri]
 
“Chiedi chi erano i Beatles” è una canzone. Parla di una ragazzina che chiede spiegazioni sulla vita. Scatta le ultime foto alla nonna, per sentirsi tranquilla. 
Non vuole rammarichi o rimpianti, almeno quando aprirà quel cassetto.
Quest’anno altre bambine (e molti di noi) posteranno le foto sui social, inquadrando attraverso l’ultimo tablet. 
Più avanti, scartabellando, non troveranno nulla di sé e del proprio vissuto.
Vediamo di non dimenticare la fotocamera e cerchiamo di usare il telefonino solo per avvisare che siamo arrivati. 
Per il resto, prudenza sulle strade.
 

  • Buone Vacanze

 

                                                  Luciano Marchi

 —————————–————————————————————————————————–

“Le fotografie possono raggiungere l’eternità attraverso il momento”.

[Henri Cartier – Bresson]

——————————————————————————————————————————–

visita il mio sito 

o la mia pagina 


 
Foto Ottica Marchi – Piazza Libertà, 74 – 40046 Porretta Terme (BO)
Tel. 0534.22.150 – info@foto-ottica-marchi.it
P. IVA 00826841207 – Cod. Fisc. MRC LCN 58A21 A558A
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
%d bloggers like this:

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera,
acconsenti all'uso dei cookie.
Maggiori informazioni

Dati personali raccolti per le seguenti finalità ed utilizzando i seguenti servizi

  • Statistica - Wordpress Stat
    Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo
La privacy policy completa può essere consultata alla pagina dedicata.

Chiudi