Sergio Bisonti, 50 anni di attività – Sapevo di avere amici a Vergato ma non un paese…

2016/04/23, Vergato – Che Sergio Bisonti festeggiava le nozze d’oro con l’argento lo avevamo pubblicato, ora con queste immagini ricordiamo l’evento. Baci, abbracci, allegria, musica e uno spuntino… la consuetudine, l’affetto invece… non si compra con due pasticcini. Questa è l’impressione avuta sabato scorso. Affetto vero e condivisione per il traguardo raggiunto, i 50 anni dalla nascita del laboratorio di argenteria ben raccontato nel volumetto pubblicato per l’occasione e che vogliamo riportare. Poi un diploma e la festa coi famigliari, amici e conoscenti.

La bottega;

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

 

Il team

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

e tutto il resto

Le mie “Nozze D’oro” con l’Argento

VN24_160412_SERGIO BISONTI_50 - 0003 copiaSono Sergio Bisonti , nato a Vergato il 19 marzo del 1944 in piena Linea Gotica e quest’anno la mia piccola azienda artigiana festeggia 50 anni di attività. Cinquanta anni non sono pochi, considerando che ne sono sempre stato il il titolare. Ricordo ancora il 16 Aprile 1966… quando appena ventiduenne, pieno di dubbi, paure ma anche di entusiasmo, andai ad effettuare l’iscrizione della mia neonata azienda presso gli uffici C.N.A. che all’epoca erano condotti solo da Armando Merighi e unica impiegata Rita Pezzulli.
Come cominciò il mio “Matrimonio con l’Argento”?
Nella maniera più impensata. Nonostante le mie origini contadine (cosa di cui mi vanto più che fossi nobile), come primo lavoro, a soli 16 anni, feci l’elettricista. Solo per qualche mese però, allora con l’inizio dell’inverno i cantieri edili chiudevano per il freddo e quindi fui licenziato. Mi crollò il mondo addosso, a quei tempi essere licenziato era una vergogna, tanto è vero che rientrando a Vergato
in treno da Bologna dove lavoravo, piangevo disperato perché non sapevo come dirlo a mio padre.
VN24_160412_SERGIO BISONTI_50 - 0004 copiaFortunatamente mio padre Clodoveo, che faceva il muratore, conosceva i problemi invernali dell’edilizia
e mi rincuorò. Cessata l’esperienza “elettrica” i miei genitori fecero domanda alla I.L.M. gruppo Maccaferri con sede a Vergato. Allora era una sistemazione molto ambita, si lavorava a Vergato, ed era una ditta solida. Accompagnato da mia madre Marcella fui ricevuto dal direttore Damiani il quale disse che potevo già considerarmi assunto, ma però l’assunzione sarebbe avvenuta tre mesi dopo.
Tutti felici, aspettavamo il trascorrere dei mesi quando il mio amico e vicino di casa Giorgio Medici, con cui ero stato all’asilo e a scuola, mi disse che nell’argenteria di Bologna presso cui lavorava come apprendista cesellatore, cercavano un ragazzo.
Mentre attendevo l’assunzione alla I.L.M. avrei potuto approffittare dell’occasione, anche solo per
quei famosi tre mesi di attesa. Dato che all’epoca c’era bisogno di guadagnare qualcosa, accettai di  buon grado.
VN24_160412_SERGIO BISONTI_50 - 0005 copiaQuando misi piede per la prima volta nell’Argenteria Scanabissi in via Capo di Lucca a Bologna, credevo di sognare: c’era chi cesellava statue, chi fondeva in forme di terra maniglie e parti di candelieri d’argento, chi lucidava, chi saldava, chi torniva in lastra. Mi sembrava di essere entrato in un mondo magico che avevo visto solo al cinema, era veramente una bottega artigiana come quelle del
rinascimento, mancavano solo il Verrocchio, Leonardo e Michelangelo.
La cosa mi prese in maniera assoluta, tanto è vero che non vedevo l’ora che venisse giorno per andare a lavorare in quel magico mondo. Di conseguenza, quando trascorsi i famosi tre mesi la I.L.M. mi comunicò l’assunzione, dissi ai miei genitori che preferivo di gran lunga rimanere in argenteria.
Non vi dico la reazione!
VN24_160412_SERGIO BISONTI_50 - 0006 copia“COME! Un posto sicuro, vicino a casa, lasciare il certo per l’incerto…”
Ma la mia decisione era presa. Bruno Scanabissi il titolare dell’azienda in cui lavoravo (uomo a cui debbo tutto, che mi trattò come un figlio quando a 18 anni persi mio padre dopo una lunga malattia), dopo alcuni anni mi invogliò a “mettermi in proprio” garantendomi il lavoro e regalandomi le poche
attrezzature di cui avevo bisogno.
Cominciai a Vergato in un sottoscala del palazzo di Righi in via Marconi 10 dove abitavo. Più avanti mi trasferii in località Serrini ospite in un locale di mio zio Giorgio Morelli.
Successivamente comprai, con un mutuo decennale, il negozio di Piazza IV Novembre.
VN24_160412_SERGIO BISONTI_50 - 0007 copiaPassate molte primavere i miei figli Claudio ed Elena sono entrati in azienda e abbiamo formato la
Sergio Bisonti s.a.s., e con l’ennesimo mutuo abbiamo acquistato il negozio di Galleria 1° Maggio.
Il cerchio si è chiuso, dopo oltre cinquant’anni il mio negozio è esattamente dove c’era la zincheria I.L.M.
Avrei dovuto andare a lavorare lì… ironia della sorte la grande I.L.M. non c’è più e sulle sue sue ceneri
è sorta la mia piccola azienda. Che spero, magari senza di me, duri almeno altri 50 anni. Questa è la storia della mia Bottega Artigiana, sperando di non avervi annoiato, caramente vi saluto.
Sergio Bisonti

Progetto grafico e stampo: SB GRAFICA p.zza IV Novembre 8/1 -
 Vergoto (BO) tei. 051 62 18 582 - 347 76 90 501 moil: gro
.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

e per finire… prove di accattonaggio… può sempre servire, visti i tempi!

.

.

.

.

.

.

.

.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
%d bloggers like this:

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera,
acconsenti all'uso dei cookie.
Maggiori informazioni

Dati personali raccolti per le seguenti finalità ed utilizzando i seguenti servizi

  • Statistica - Wordpress Stat
    Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo
La privacy policy completa può essere consultata alla pagina dedicata.

Chiudi