Referendum – Vergato dice SI, Vergato dice NO

2016/11/27, Vergato – Gli appuntamenti;

20161126_motog3_mauro_0005-copia 20161127_referendum001-copia

Controllate per tempo la tessera elettorale: il consiglio dei servizi elettorali dei comuni dell’Unione dell’Appennino Bolognese

In vista del prossimo referendum del 4 dicembre è bene controllare per tempo di avere a disposizione uno spazio disponibile sulla tessera elettorale, per evitare di arrivare al seggio sprovvisti e dover affrontare poi lunghe file in comune

25 novembre 2016 – Dal 1999 la tessera elettorale è il documento indispensabile, insieme ad un documento di riconoscimento, per esercitare il diritto al voto. Si tratta di una scheda composta da 18 spazi che permettono allo scrutatore di apporre un visto dell’avvenuta votazione e una data. Ebbene, essendo passati 17 anni dalla sua entrata in vigore, saranno in tanti ad aver necessità di richiederne un duplicato prima di recarsi al seggio per il referendum sulla riforma costituzionale.
Per questo motivo gli uffici elettorali ricordano che è bene verificare di esserne in possesso e di avere a disposizione ancora uno spazio disponibile. In caso contrario, gli uffici elettorali comunali saranno aperti venerdì 2 dicembre dalle 9 alle 18 e sabato 3 dicembre dalle 9 alle 18 per rilasciare una nuova tessera elettorale. Occorre presentarsi muniti di un documento di riconoscimento e della vecchia tessera. Anche chi l’avesse smarrita o deteriorata può richiederne un duplicato.
Inoltre è possibile richiedere il rinnovo o il duplicato della tessera elettorale anche prima del 2 dicembre, contattando l’ufficio elettorale del proprio comune di residenza.
Gli uffici saranno aperti anche domenica 4 dicembre dalle 7 alle 23, ma il consiglio è di non ridursi all’ultimo momento per evitare di dover fare delle code allo sportello comunale proprio il giorno delle elezioni.
Si ricorda inoltre, come di consueto, che i cittadini che hanno cambiato comune di residenza ricevono direttamente a casa loro la nuova tessera per mezzo del messo comunale, che ritira quella vecchia. Se quest’ultimo non li trova in casa, lascia un avviso che invita a ritirare il nuovo documento in comune e a consegnare quello vecchio. Tutto ciò vale per chi ha cambiato residenza entro il 20 ottobre 2016. Coloro che l’avessero cambiata dopo dovranno continuare a votare presso il seggio del comune di provenienza.
Chi invece ha semplicemente cambiato indirizzo all’interno dello stesso comune, prima del 20 ottobre, ha già ricevuto o riceverà per posta un tagliando adesivo da apporre alla tessera elettorale con il nuovo indirizzo ed eventualmente il nuovo seggio in cui votare.

Comments are closed.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy.<br>Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera,<br>acconsenti all'uso dei cookie.<br> Maggiori informazioni

Dati personali raccolti per le seguenti finalità ed utilizzando i seguenti servizi

  • Statistica - Wordpress Stat
    Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo
La privacy policy completa può essere consultata alla pagina dedicata.

Chiudi