2 milioni di euro per l’Ecomuseo di Camugnano e la Rocchetta Mattei

Brescia 13/11/2017 Ph Christian Penocchio

2017/11/20, Vergato – L’Unione dei Comuni dell’Appennino bolognese informa;

2 milioni di euro per l’Ecomuseo di Camugnano e la Rocchetta Mattei: firmata la convenzione che assegna i fondi 

Il progetto nasce dalla collaborazione delle amministrazioni comunali di Camugnano e Grizzana Morandi che hanno ritenuto necessario in questo periodo storico “fare rete”, unire le forze, con l’obiettivo di sostenere il territorio montano per sventare la minaccia dell’abbandono e dall’emigrazione verso l’ambito urbano. 

20 novembre 2017

L’Appennino bolognese potrà investire due milioni di euro per due delle sue principali attrattive turistiche, l’Ecomuseo Camugnanese e la Rocchetta Mattei.

Lunedì 13 novembre, presso il Palazzo della Loggia di Brescia, infatti, sono state firmate le convenzioni tra il Governo, rappresentato dal Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri Maria Elena Boschi e i 45 Comuni ammessi al finanziamento, tra i 451 ammissibili, del Bando “Interventi per la riqualificazione sociale e culturale delle aree urbane degradate”, previsto dalla Legge di Stabilità 2015, dopo un lungo percorso che ha visto ridurre le risorse da 200 a 78 milioni, e con esse il numero dei progetti finanziabili.

La presidenza del Consiglio dei ministri, con un decreto del 6 giugno 2017, ha finanziato con 2.000.000 € il progetto “L’Ecomuseo Camugnanese e la Rocchetta Mattei: compartecipazione attiva per la riqualificazione sociale, culturale ed economica dell’Alto Appennino Bolognese”, sviluppato dai comuni di Camugnano e Grizzana Morandi.

Il sindaco di Camugnano Alfredo Del Moro, che si è recato a Brescia per la firma della convenzione in qualità di primo cittadino del comune capofila, sottolinea “Sono particolarmente orgoglioso di notare come il progetto di due piccoli comuni sia riuscito a prevalere su i progetti presentati da capoluoghi di Provincia e città metropolitane, classificandosi al 4° posto su 870 domande presentate, e ricevendo i complimenti del sottosegretario per il risultato ottenuto”.

Il progetto si sviluppa all’interno dei comuni di Camugnano e Grizzana Morandi che l’hanno presentato congiuntamente, con la volontà da parte delle due amministrazioni comunali di mettere in comunione le proprie rilevanze architettoniche e paesaggistiche, attraverso la creazione di un nuovo percorso turistico e ricettivo, distribuito su un territorio più ampio e quindi fonte di maggiori ricadute positive in ambito sociale, culturale ed economico.

Per il sindaco di Grizzana Morandi Graziella Leoni l’Appennino Bolognese con le sue eccellenze si sta caratterizzando sempre più come luogo attrattivo dal punto di vista turistico e questo intervento congiunto ha l’obiettivo di qualificare ulteriormente le offerte e accrescere le opportunità di crescita socio-culturale”.

L’obiettivo è quello di riqualificare i due territori comunaIi da un punto di vista sociale, culturale ed economico, attraverso la creazione di un grande museo diffuso che parte dalla Rocchetta Mattei e arriva a Palazzo Comelli a Camugnano. Il maggior indotto turistico dovrebbe diventare elemento generatore di investimenti che creeranno nuove occasioni di occupazione contrastando il fenomeno di abbandono del territorio montano in particolare delle fasce attive più giovani, che rappresentano opportunità di sviluppo per il futuro.

Nel concreto verranno ristrutturati la “Casa del Colono” del complesso di Palazzo Comelli e il fabbricato denominato “Ex Mercantone” appartenente al complesso monumentale della Rocchetta Mattei. In particolare per quanto riguarda la Rocchetta Mattei verranno predisposti i servizi necessari all’accoglienza dei visitatori e il museo degli strumenti musicali antichi di proprietà della fondazione Carisbo. A Palazzo Comelli invece verrà realizzata una piccola struttura di accoglienza di elevata qualità, di cui il territorio in questo momento è carente.

Inaugurato a Camugnano il museo del Carraio presso il Palazzo Comelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Al fine di evitare spam tra i commenti vi invitiamo ad inserire la stringa che vedete qui rappresentata nello spazio successivo.

Gentilmente scrivi le lettere di questa immagine captcha nella casella di input
 = 
Grazie della collaborazione.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera,
acconsenti all'uso dei cookie.
Maggiori informazioni

Dati personali raccolti per le seguenti finalità ed utilizzando i seguenti servizi

  • Statistica - Wordpress Stat
    Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo
La privacy policy completa può essere consultata alla pagina dedicata.

Chiudi