Saluto di fine anno del Sindaco di Vergato Massimo Gnudi

2017/12/20, Vergato – Saluto di fine anno del Sindaco di Vergato Massimo Gnudi.

L’anno 2017 che si sta concludendo è stato particolarmente impegnativo, un anno nel quale hanno cominciato a realizzarsi i progetti per costruire il futuro di Vergato.
L’avvio del 2017 è stato contrassegnato dalla proposta presentata nel Comitato di Distretto del 13 gennaio di una riconversione del Presidio ospedaliero di Vergato in ospedale di comunità.
L’impegno dei Sindaci, delle Associazioni, dei cittadini, insieme alla disponibilità dell’Ausl e del Distretto, espressi in più occasioni, tra cui il Consiglio comunale del 12 aprile,hanno avuto un ruolo determinante
per il superamento di quella proposta.
Il piano di riorganizzazione dell’assistenza ospedaliera approvato nel Comitato di Distretto socio-sanitario del 15 settembre e dalla Conferenza Territoriale SocioSanitaria Metropolitana lo scorso 18 dicembre, a seguito di un importante lavoro di approfondimento tecnico e di relazioni istituzionali a vari livelli, riafferma il ruolo strategico del presidio vergatese nel contesto di una offerta di servizi integrata nel Distretto dell’Appennino.
Importanti risultati sono stati ottenuti per quanto riguarda l’emergenza, per la quale il presidio di Vergato svolge un ruolo per l’accesso di utenti di un bacino territoriale che va oltre il Medio Reno.
Rispetto alla proposta di un Punto di Primo Intervento h12, si è passati al mantenimento del Pronto Soccorso h 24 e al suo potenziamento con la presenza di medici specializzati nella gestione della emergenza.
Il mantenimento della Medicina interna, non previsto inizialmente consente innanzitutto la degenza di pazienti cosiddetti “acuti”, che non avrebbero più avuto questa possibilità e sarebbero stati ricoverati
solamente presso altri ospedali. Il mantenimento della Medicina interna è funzionale sia per il Pronto Soccorso che per le Cure intermedie.
Viene mantenuto l’Ambulatorio specialistico di Ortopedia. Alcuni aspetti dell’attività specialistica di ortopedia. richiedono un approfondimento tecnico, quale l’attività di Day Surgery con la definizione dei codici di intervento nel rispetto dei livelli di sicurezza.
Il ruolo che si prospetta per il servizio di Ortopedia non è marginale, se si tiene conto che i casi di chirurgia complessa riguardano una percentuale intorno al 15 per cento del totale.
Pertanto il quadro che si prospetta è che la maggior parte dei casi potranno trovare risposta presso l’Ambulatorio specialistico del presidio ospedaliero di Vergato.
Vengono poi introdotti nuovi servizi con l’attivazione iniziale di 10 Posti letto per Cure Intermedie con un’utenza potenziale di circa 900 casi e la costruzione di un Centro di Riabilitazione per tutto il
distretto.
Verranno potenziati i servizi della Casa della Salute di Vergato che avrà un ruolo di “perno” di una rete delle Case della salute del Distretto, con l’introduzione di nuovi servizi quali un ambulatorio di odontoiatria, un ambulatorio per le nefropatie, un ambulatorio per Cure palliative precoci.
I servizi diagnostici verranno potenziati anche attraverso un migliore utilizzo delle tecnologie donate dai cittadini di Vergato.
Un impegno fondamentale è stato quello della promozione del territorio, delle risorse che lo caratterizzano quali il paesaggio, l’arte, la cultura, la storia, i prodotti tipici, per una qualificazione dell’offerta turistica quale volano di sviluppo economico dell’Appennino.
Per quanto riguarda il paesaggio un’attenzione particolare è stata rivolta al Parco Fluviale Urbano. Sono stati realizzati gli allacciamenti alla rete elettrica, idrica e fognaria funxionali ad una struttura ricettiva di servizio della nuova attività stagionale del Lido che si avvierà nel periodo maggio-settembre del 2018.
Il progetto della Fontana monumentale di Luigi Ontani, promosso insieme all’Associazione Vergato Arte è in avanzato stato di realizzazione e la definizione della sua collocazione ormai prossima alla formalizzazione.
Il Centro di documentazione della Linea Gotica in via delle Fornaci è tra le opere finanziate nell’ambito del Patto per Bologna.
3
La realizzazione della Ciclovia del Sole nel tratto Sperticano-Silla che attraverserà Vergato e Riola è un’altra delle opere previste dal Patto per Bologna, per dotare il territorio di una importante infrastruttura
per il cicloturismo.
Una importante scelta per sviluppare la vocazione turistica della parte più alta del territorio comunale è consistita nell’inserimento di Tolè nell’itinerario turistico della Piccola Cassia.
Un progetto di particolare rilievo per il rilancio dell’attività turistica è quello dell’”albergo Diffuso” a Cereglio, che entrerà a far parte della promo-commercializzazione della Destinazione Turistica
Metropolitana.
Nel 2017 ha preso avvio il Progetto Carrello Amico rivolto alle fasce più deboli della popolazione. con la Convenzione con la Coop Reno di Vergato, l’Auser e la Caritas che ha coinvolto finora oltre 70 famiglie.
Nel marzo scorso l’Unione dei Comuni dell’Appennino Bolognese ha pubblicato un nuovo bando per l’assegnazione di alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica. Si tratta di un bando aperto, per cui ogni anno
si potrà integrare la documentazione o presentare una nuova domanda.
A decorrere dall’anno educativo 2017-2018 vengono applicati un nuovo Regolamento Unico e Tariffe uguali per i nidi dell’Unione dei Comuni dell’Appennino Bolognese.
Lo scorso ottobre sono stati accolti a Vergato cinque giovani adulti e una famiglia in due appartamenti in località Tabina nell’ambito del Progetto Sprar rivolto a persone richiedenti asilo.
La fragilità del territorio ha richiesto una serie d’interventi per affrontare le situazioni di emergenza. In particolare nei primi giorni di novembre si sono conclusi i lavori di consolidamento del movimento
franoso in località Castagnoli a Riola, l’intervento verrà completato con il progetto di un’area di verde attrezzato. Il Comune di Vergato ha co-finanziato con il Consorzio della Bonifica Renana uno studio per un progetto di sistemazione della raccolta e smaltimento delle acque su via della Repubblica, di cui un primo stralcio verrà realizzato nel 2018.
4
Nel periodo estivo si sono svolte nel territorio non solo del Capoluogo ma anche delle frazioni numerose iniziative culturali in collaborazione con le Associazioni, gli Operatori economici e commerciali, l’Unione
dei Comuni dell’Appennino Bolognese, che hanno visto un’ampia partecipazione di pubblico.
Negli ultimi giorni del mese di agosto un vasto incendio ha interessato l’area circostante il monte Pero e il monte Aldara per un perimetro di 170 ettari.
Sono state giornate intense, contrassegnate da alcuni momenti critici.
Nella fase dell’emergenza determinante è stato l’impegno innanzitutto delle diverse squadre dei Vigili del Fuoco e dei volontari della Protezione Civile.
Un contributo rilevante, in particolare nel presidio delle diverse aree, è stato dato della Compagnia dei Carabinieri ,dal Corpo della Polizia Municipale. Ancora una volta abbiamo potuto contare sull’impegno
della Sezione degli Alpini. Il Centro Sociale Polivalente si è prontamente attivato quale Centro di Prima Accoglienza.
Un supporto fondamentale per l’intervento di un aereo Canadair è venuto dall’impegno dell’Ass.re regionale alla Protezione Civile Paola Gazzolo e dal Ministro per l’Ambiente Gianluca Galletti.
L’Agenzia Regionale della Protezione Civile ha coordinato la presenza dei volontari e fornito alcuni materiali per l’accoglienza nell’eventualità si fossero rese necessarie evacuazioni.
La popolazione più immediatamente a ridosso dalle aree interessate dall’incendio ha mostrato spirito di collaborazione e senso di responsabilità.
Nello scorso mese di ottobre in collaborazione con l’Unione dei Comuni è stato presentato un progetto per un primo stralcio per il ripristino delle arre boschive con finanziamenti da parte della Regione
E.R.
Nei primi giorni di dicembre si è svolto un incontro per valutare le opportunità di interventi nel contesto del Piano Nazionale del Ministero dell’Ambiente.
Nei giorni scorsi è stato presentato il progetto della ristrutturazione della stazione di Vergato. Un progetto migliorato rispetto al progetto originale, con un investimento da parte di Rete Ferroviaria Italiana di
6 milioni di euro, che prevede il rifacimento del primo binario, l’innalzamento del marciapiede ad h 55, la realizzazione di percorsi tattili e dell’ascensore, nuove pensiline, il Restyling del fabbricato
viaggiatori.
La riattivazione del secondo binario di incrocio comporterà una riduzione significativa dei tempi di attesa in caso di guasti e ritardi e potrà contribuire alla riduzione dei tempi di percorrenza. L’inizio dei lavori è previsto nel mese di marzo per concludersi entro il 2018
Nello scorso mese di ottobre si sono conclusi i lavori di asfaltatura del parcheggio della piccola stazione della Carbona.
Nel corso del 2017 si stanno concludendo i lavori per la copertura del territorio comunale della Banda Ultralarga, con la connessione di una scuola primaria a Tolè , di 5 studi medici, di 25 aree centrali, di 7
tralicci , 3 agriturismi e 4 aree produttive. Complessivamente saranno serviti 7642 abitanti,5489 abitazioni, 669 unità locali, con una copertura che prevede una lunghezza di 15,2 km. Con un
investimento della Regione attraverso Lepida di 560.000 euro.
Con l’adozione del Piano Operativo Comunale (POC) nel consiglio del 28 dicembre p.v., completeremo,la strumentazione Urbanistica del Comune, che si compone di tre strumenti: Piano Strategico Comunale
(PSC), Regolamento Urbanistico Edilizio (RUE) e POC.
Il POC è lo strumento con cui si stabilisce quali interventi privati, saranno attuabili nei prossimi 5 anni. Inoltre il POC programma l’attuazione delle opere pubbliche.
Tra queste abbiamo inserito la realizzazione della nuova scuola materna e del nido, per la quale abbiamo già partecipato ad un bando.
Prevediamo di realizzarla nell’area verde, lungo il Vergatello tra l’Ospedale e il centro sociale. In questo modo se otterremo il finanziamento potremo procedere con la realizzazione, acquisendo i
terreni dall’Usl, con la quale abbiamo già un accordo.
Per quanto riguarda gli interventi privati, nonostante avessimo, attraverso la pubblicazione di un avviso pubblico e la sensibilizzazione dei tecnici liberi professionisti, sollecitato i proprietari delle aree edificabili a presentare proposte, il perdurare della crisi del mercato immobiliare frena gli investimenti e quindi nel
POC avremo una sola operazione che riguarda la realizzazione di un nuovo distributore di carburanti in località Tabina, accanto al quale verrà realizzata anche una struttura di vendita non alimentare.
Ci auguriamo che la realizzazione del distributore possa favorire l’insediamento di qualche attività produttiva nella parte di comparto a valle della strada.
Si sta concludendo un anno in cui si sono ottenuti risultati positivi grazie al lavoro degli amministratori,dei tecnici, della macchina comunale nel suo complesso.
Il 2018 dal quale ci separano ormai pochi giorni sarà un anno per molti aspetti decisivo, per l’attuazione del programma di mandato. Per questo saranno necessari impegno, responsabilità e determinazione.
Le prossime giornate di festa che vi auguro di trascorrere in serenità, saranno utili per prepararci ad affrontare queste sfide.
Grazie a tutti, Buone feste a voi, ai vostri cari e alle vostre famiglie Un augurio che rivolgo a tutta la comunità vergatese.
Vergato 22 dicembre 2017
Massimo Gnudi

Comments are closed.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy.<br>Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera,<br>acconsenti all'uso dei cookie.<br> Maggiori informazioni

Dati personali raccolti per le seguenti finalità ed utilizzando i seguenti servizi

  • Statistica - Wordpress Stat
    Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo
La privacy policy completa può essere consultata alla pagina dedicata.

Chiudi