La seconda edizione del Grand Tour dell’Appennino bolognese, arriva a Vergato

2019/06/07, Vergato – Seconda edizione per il Grand Tour dell’Appennino bolognese

Seconda edizione per il Grand Tour dell'Appennino bolognese

Dopo il grande successo del 2018 si terrà domenica 16 giugno il secondo appuntamento del Grand Tour Emil Banca 2019 nell’ Appennino bolognese. Visite guidate, laboratori, escursioni, degustazioni di prodotti tipici: la lista delle attività è veramente ricca e variegata. I luoghi da visitare sono tanti e per questo è fondamentale prenotare per tempo le iniziative che in alcuni casi sono a pagamento: alcune sono addirittura già sold out adesso. Per maggiori informazioni si visitare il sito https://emilbancatour.it/evento/appennino-bolognese/

Tra i luoghi dove sono previste visite guidate vale la pena citare il Museo  Nazionale  Etrusco  “Pompeo Aria” di Marzabotto che conserva  i  reperti  rinvenuti  nell’annessa area archeologica, il mercatino dell’antiquariato di Vergato dove sarà possibile anche partecipare ad un tour guidato del centro del paese alla scoperta delle opere realizzate dal maestro Luigi Ontanile grotte di travertino Labante a Castel d’Aiano con la cascata e il meraviglioso contesto naturale, la chiesa di Santa Maria Assunta a Riola progettata dal grande architetto finlandese Alvar Aalto e protagonista di recente di un documentario che la sta facendo conoscere in tutta Italia, il borgo la Scola,tesoro di origine  medievale  che  resiste  miracolosamente  ai  segni  del  tempo.
Chi vorrà potrà inoltre visitare l’osservatorio astronomico di Loiano con i suoi due Telescopi, il planetario dedicato alla divulgazione astronomica e il percorso “Il Sistema Solare”.
Dopo  il  successo dell’anno scorso, Grand Tour Emil Banca porterà nuovamente i partecipanti  alla scoperta dei mulini sul torrente Savena, delle loro storie e degli antichi  mestieri.
A Monzuno sarà possibile visitare la Pinacoteca Bertocchi Colliva, prezioso spazio museale dove sono raccolti oltre  cinquanta  dipinti   realizzati   dal   maestro   Nino Bertocchi e da Lea Colliva, entrambi pittori di primo piano nel panorama artistico bolognese del primo ‘900. Sempre a Monzuno sarà possibile visitare la stalla, con le mucche e i vitellini, nel podere Lama Grande che con i suoi 65 ettari di terra accoglie 50 capi di mucche pezzate rosse allevate in natura e alimentate a fieno. Alle ore 17.30 è prevista una degustazione di formaggi, con la possibilità di acquistare i prodotti caseari in azienda. A Monghidoro invece si potrà visitare la Cartiera dei Benendanti, azienda agricola che alleva bovini e coltiva campi secondo agricoltura biologica oltre a produrre formaggio nel suo caseificio.

Non ha bisogno infine di presentazioni la Rocchetta Mattei, il gioiello in  stile  eclettico  e  moresco edificato nel 1850 dal conte Cesare Mattei sulle rovine di un’antica costruzione .

Chi vorrà potrà infine scoprire la Via Mater Dei, percorrendo un tratto di un cammino di 135 km circa suddiviso in 6 tappe da Bologna alle cime dell’Appennino dedicato ai Santuari Mariani. Il cammino tocca 7 comuni dell’Appennino Bolognese. Dal Lago di Castel Dell’Alpi si arriverà a Qualto, piccolo borgo gioiello, forse il più antico del Comune di San Benedetto Val di Sambro e, dopo una visita speciale e un pranzo tipico, si arriverà alla Flaminia Militare, alla  ricerca  dei  resti  del  Basolato Romano.

Scarica il volantino completo delle iniziative

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
%d bloggers like this:

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera,
acconsenti all'uso dei cookie.
Maggiori informazioni

Dati personali raccolti per le seguenti finalità ed utilizzando i seguenti servizi

  • Statistica - Wordpress Stat
    Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo
La privacy policy completa può essere consultata alla pagina dedicata.

Chiudi