Coronavirus in Appennino – Un caso a Castel d’Aiano, l’appello del sindaco e le tabelle dell’AUSL

2020/03/20, Vergato – Pubblicata la situazione aggiornata ad oggi ore 12,00 da AUSL Bologna che riguarda anche il nostro comune e i comuni limitrofi.

A tal proposito registriamo l’appello del sindaco di Castel d’Aiano.

Ai cittadini di Castel d’Aiano:

Emergenza coronavirus. Mi è stato comunicato telefonicamente da pochi minuti che è stato ricoverato in ospedale un paziente, residente a Castel d’Aiano, che è risultato positivo al test SARS-CoV-2.
Per il rispetto della privacy non possono essere fornite le generalità, tuttavia la Direttrice del Distretto Sanitario mi ha comunicato che sono state già adottate le misure necessarie previste dai protocolli per il caso in questione.
Purtroppo, con il passare dei giorni cominciava a sorgere in noi la convinzione di risiedere in un’oasi non toccata dal contagio, dobbiamo ora prendere atto della realtà e continuare ad attenersi alle indicazioni ministeriali e regionali per una corretta prevenzione per la salute di ognuno.
Le misure restrittive non sono leggere, ma dobbiamo convincerci che sono necessarie ed efficaci, evitando altresì allarmismi nel momento di rilevazioni di casi che, a tutt’oggi, risultano nel nostro distretto sanitario molto limitati.
In questo momento, oltre a formulare i migliori auguri alla sfortunata persona che ha contratto il contagio, chiedo, confidando nel senso civico, a tutti di rispettare le regole

RIMANENDO ALL’INTERNO DELLA PROPRIA ABITAZIONE. LE USCITE DEVONO ESSERE LIMITATE ALLO STRETTO NECESSARIO.

                         Il Sindaco  Ing. Alberto Nasci

Appennino Bolognese
Il territorio del Distretto dell’Appennino Bolognese comprende dodici Comuni dell’alta e media valle del Reno e della valle del Setta, distribuiti su 800 Kmq. La popolazione consta di oltre 57.000 residenti.

Coronavirus. La comunicazione al rientro dall’estero si invia online

Data di pubblicazione: 20/03/2020 18:44

Il modulo online per segnalare il proprio ingresso in Italia per l’autoisolamento e la sorveglianza

— Ultimo aggiornamento : 20/03/2020

Fino al 25 marzo chi rientra in Italia dall’estero, con qualsiasi mezzo di trasporto, è tenuto a comunicarlo al Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Azienda USL competente per territorio, per essere posto in sorveglianza sanitaria e rimanere in isolamento domestico fiduciario per 14 giorni. 

Lo prevede il Decreto 120/2020 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti in concerto con il Ministero della Salute.

La segnalazione può essere inviata online attraverso il modulo elettronico disponibile al link sottostante.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
%d bloggers like this:

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy.<br>Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera,<br>acconsenti all'uso dei cookie.<br> Maggiori informazioni

Dati personali raccolti per le seguenti finalità ed utilizzando i seguenti servizi

  • Statistica - Wordpress Stat
    Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo
La privacy policy completa può essere consultata alla pagina dedicata.

Chiudi