Consiglio pubblico sul tema –“Piano di Riordino degli Ospedali di Vergato e Alto Reno Terme”

.

2018/04/004, Vergato – In allegato il testo in file PDF dell’ interrogazione a risposta scritta fatta da Massimo Gamberi del Movimento 5 Stelle di Vergato, al sindaco e alla Giunta comunale, a riguardo – la Richiesta presentata a termine del consiglio comunale del 28 marzo 2018 dalle tre minoranze consiliari di Vergato, per un Consiglio pubblico sul tema –“Piano di Riordino degli Ospedali di Vergato e Alto Reno Terme”  e in riferimento alle dichiarazioni fatte in seguito alla presentazione della stessa, dal Sindaco Gnudi in estemporanea, e ribadite dall’ Assessore Zavorri nei commenti in questo post: https://vergatonews24.it/2018/03/30/ospedale-di-vergato-questo-consiglio-sha-da-fare/  , pubblicato per dare informazione ai cittadini della nostra ‘ennesima richiesta’.

Movimento 5 Stelle di Vergato

Vergato 03/04/2018

Interrogazione a risposta scritta

Documento originale in pdf; 20180304_M5S_Interrogazione del M5S su Consiglio pubblico a tema Piano di Riordino Ospedali di Vergato e Alto Reno Terme prot 3429 del 3 aprile 2018

Oggetto: Consiglio pubblico sul tema -“Piano di Riordino degli Ospedali di Vergato e Alto Reno Terme” – Richiesta presentata a termine del consiglio comunale del 28 marzo 2018 dalle tre minoranze consiliari di Vergato (Statuto comunale – art.11 comma 5).

Dal momento che,

1) Il Sindaco Gnudi, Presidente del Consiglio comunale, ha ritenuto di non prendere in considerazione la richiesta di tutte le opposizioni, che chiedevano di riunire un consiglio comunale pubblico e di indirlo “aperto al dibattito pubblico”, avvalendosi delle loro prerogative (richiesta prot.11497 presentata in data 29 novembre 2017), e dove oltre a ciò, emerge nella vostra risposta* delle dichiarazioni non proprio veritiere, quando si afferma che: “…Le motivazioni che hanno portato all’approvazione sono state discusse ampiamente in occasione del Consiglio Comunale ‘aperto’ sulla relazione di metà mandato svoltosi il 21 settembre 2017…”. In realtà nel Verbale del Consiglio stesso, è stato omessa la scrittura della parte riferita al ‘dibattito pubblico’, ed in parte anche quella riferita al dibattito ‘istituzionale’ in merito a questo specifico argomento del ‘Piano di riordino Ospedaliero Territoriale’, dando così, seguito alla stessa motivazione che, voi Sindaco avevate ritenuto usare durante lo stesso dibattito pubblico per ‘mettere a tacere’ chi stava parlando dell’ Ospedale, e cioè, perché il tema del “Piano di Riordino” era fuori programma e non era previsto fosse in discussione all’O.d.G.

2) In seguito a questa decisione, le opposizioni si sono avvalse della prerogativa*1 che consente loro di ottenere perlomeno un Consiglio aperto al pubblico (anche se non con dibattito), per poter almeno mettere all’ordine del giorno il problema.

Posto che, davanti a questa seconda richiesta presentata da tutti i gruppi di opposizione a termine del Consiglio del 28 Marzo scorso, il Sindaco Gnudi ha dichiarato davanti ai presenti che, adesso avrebbe deciso di indire ciò che noi avevamo chiesto in prima istanza, ovvero un incontro aperto al dibattito pubblico, con la presente interrogazione a risposta scritta*2 intendiamo chiarire in via ufficiale le intenzioni del sindaco, con l’auspicio che il dibattitto pubblico possa risultare utile a intervenire sulla materia, e non a cose fatte, come il sindaco stesso, e non solo lui, aveva dichiarato fosse stato possibile fare, durante l’unico incontro tenutosi sull’ argomento, quello del 12 aprile 2015 (dal verbale di CC il sindaco Gnudi dichiarò:- “…che il confronto ci potrà essere ma non mediante l’istituzione di un tavolo aperto a tutti. Ognuno deve assumersi le proprie responsabilità. Il documento che si propone non è un documento definitivo ma sono linee di orientamento ed è aperto anche a qualche correzione…”), altrimenti sarebbe solo una farsa.

Il consigliere del Movimento 5 Stelle interroga il Sindaco Gnudi e la giunta Comunale di Vergato per sapere:

-dando seguito alla richiesta presentata in consiglio il 28/03/2018 dai gruppi di opposizione, che vi obbliga entro un certo tempo*1 a riunire il Consiglio con la stessa argomentazione richiesta all’O.d.G, in che data intendete convocare il Consiglio Comunale con adunanza pubblica?

-Con la dichiarazione del Sindaco Gnudi come riportato sopra, fatta a voce dopo che i gruppi di opposizione avevano presentato la propria richiesta a termine dello scorso Consiglio, intendete convocare il Consiglio Comunale da noi richiesto con seduta aperta al dibattito pubblico, o intendete fare due cose distinte, una dall’altra?

In ogni caso decidiate di fare, chiediamo di sapere al più presto le vostre risposte e/o le conferme a quanto avete detto, con delle date certe e possibilmente in tempi celeri, visto che, la fase di attuazione dello stesso “Piano di Riordino Ospedaliero” risulta sia già in fase avanzata, ed è stata approvata nel silenzio Istituzionale più assoluto, e ad oggi è stato discusso solo nelle stanze degli ‘addetti ai lavori’ all’oscuro dei cittadini, delle opposizioni e dei comitati*4, per poter intervenire là dove ancora fosse possibile farlo, e non solo per poter apprendere i ‘vostri’ Piani, una volta attuati… Ma anche, per poter esprimere le nostre idee, e far si che, le motivazioni di TUTTI possano essere ancora utili a chiarire a VOI e alle ISTITUZIONI cosa pensa in merito la comunità, e che possano essere talmente comprensibili, in modo, da muovere in voi quel senso critico che dovreste porvi, in tal modo da poter incidere in maniera positiva su un tema così delicato come la Sanità Pubblica, e poter contribuire così TUTTI quanti, allo sviluppo del Riordino Ospedaliero, per il Territorio dell’ Appennino Bolognese.
Note:

* risposta Sindaco Gnudi, prot.868 con data 23 gennaio 2018.
*1- Statuto Comunale – art.11 comma 5 : “…su richiesta di un quinto dei consiglieri il Sindaco è tenuto a riunire il Consiglio entro il termine non superiore a venti giorni…”.
*2- Regolamento del Consiglio – art. 15 comma 2: è previsto che la risposta sia data in tempi certi, non oltre i 30 giorni.
*4-Verbale di Consiglio del 12 Aprile 2017.

Vergato 03/04/2018, Il Consigliere Massimo Gamberi Movimento 5 Stelle

La richiesta presentata in consiglio il 28 Marzo scorso e proposta da tutte le Opposizioni

In formato File scaricabile; 20180328_2° rich. Consiglio pubblico a tema Piano di Riordino Ospedali di Vergato e Alto Reno T firmata prot 3370 del 30 marzo 2018

Al Sindaco del Comune di Vergato Sig. Massimo Gnudi
Vergato, lì 28-03-2018 e p.c.:

al Consiglio Comunale del Comune di Vergato al Sindaco di Marza botto, Romano Franchi, Presidente dell’Unione Comuni dell’Appennino Bolognese, al Presidente del Distretto di Committenza e Garanzia dell’Appennino Bolognese, Marco Mastacchi, al Direttore del Distretto di Committenza e Garanzia dell’Appennino Bolognese, Eno Quargnolo,
al Direttore Generale dell’Azienda Usl di Bologna, Chiara Gibertoni.

Oggetto: Richiesta di Convocazione di Consiglio Comunale sul “Piano di Riordino degli Ospedali di Vergato e Alto Reno Terme” da parte dell’Azienda USL, approvato – Richiesta dalle tre minoranze consiliari di Vergato (Statuto comunale – art.11 comma 5).

• Considerato che a seguito del Consiglio Comunale aperto del 12 Aprile scorso, la maggioranza ed in particolare il Sindaco, rigettando le richieste avanzate dalle opposizioni di poter partecipare, votando contro la richiesta di ‘sospensiva’ del Movimento 5 Stelle (art.44 regolamento Consiglio),bocciando l’emendamento presentato da Vergato Cambia Musica che chiedeva di far partecipare anche le minoranze ed i comitati dei cittadini, ai tavoli di lavoro che avrebbero portato alla definizione del “NUOVO” Piano di Riordino Ospedaliero per l’ospedale di Vergato e Alto Reno Terme.

• Considerato altresì che la stessa dott.sa Gibertoni, dichiarò, assieme al Presidente del Distretto Marco Mastacchi, che il percorso che avrebbe portato alla stesura del nuovo piano di riordino sarebbe scaturito da incontri e discussioni pubbliche con la cittadinanza e con le istituzioni.

• Considerato inoltre che dopo il consiglio del 12 Aprile, le scriventi minoranze Consiliari, non hanno più avuto notizie ufficiali da codesta amministrazione in merito al nuovo piano di riordino, se non affermando che non vi erano novità rilevanti per mancanza di incontri con TAusI rispondendo a specifiche interrogazioni o in un contesto diverso da un vero e proprio incontro consigliare dedicato ad un tema così importante come l’ospedale di Vergato per la cittadinanza della Valle del Reno.

• Considerato che il Sindaco Gnudi in questa seduta aveva detto: -“…che il confronto ci potrà essere ma non mediante l’istituzione di un tavolo aperto a tutti. Ognuno deve assumersi le proprie responsabilità. Il documento che si propone non è un documento definitivo ma sono linee di orientamento ed è aperto anche a qualche correzione…”.
le liste “Vergato cambia musica” , “Noi Voi Vergato”, “Movimento 5 Stelle“

RICHIEDONO

« la convocazione di un Consiglio Comunale pubblico, in cui il Sindaco Massimo Gnudi ed il Presidente del distretto Mastacchi, relazionino al Consiglio Comunale e alla Popolazione lo schema del piano di riordino ospedaliero, giustificandone le motivazioni per le quali si è giunti a scegliere questo “Nuovo piano per il nostro territorio”, ora già approvai

I Consiglieri Comunali di “Vergato cambia musica”
II Consigliere Comunale di “Noi Voi Vergato”
Il Consigliere Comunale del “Movimento 5 Stelle”

NdR:Testo digitalizzato automaticamente, passibile di errori, verificare da files pdf originali.

Comments are closed.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy policy.<br>Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera,<br>acconsenti all'uso dei cookie.<br> Maggiori informazioni

Dati personali raccolti per le seguenti finalità ed utilizzando i seguenti servizi

  • Statistica - Wordpress Stat
    Dati Personali: Cookie e Dati di utilizzo
La privacy policy completa può essere consultata alla pagina dedicata.

Chiudi